Rally Cup luglio 2022
(©Ufficio Stampa Suzuki Italia)

Arriva la sfida biellese di metà stagione nelle giornate di venerdì 29 e sabato 30 luglio, in affiancamento al Campionato Italiano Rally Asfalto

La Suzuki Rally Cup non si ferma, neanche in piena estate. Anzi, rilancia le sfide con il quinto dei suoi otto appuntamenti stagionali, atteso questo fine settimana nelle due giornate di venerdì 29 e sabato 30 luglio nel 35° Rally Lana. Si tratta di un’edizione simbolica per l’evento biellese, poiché ritroverà la validità tricolore, in questo caso per il Campionato Italiano Rally Asfalto, dopo un passato fatto di grande passione rallistica.

Sugli asfalti dove sono passati i migliori interpreti della specialità si confronteranno anche i partecipanti al trofeo monomarca firmato da Suzuki Italia, in totale saranno in 13 a bordo delle Suzuki Swift in versione Sport Hybrid, l’ultima evoluzione, oltre alle Sport 1600 e Boosterjet.

Sarà un rally intenso, complice anche il gran caldo previsto, che si disputerà su 7 prove speciali per 93,56 chilometri cronometrati, la prima nella serata iniziale e le rimanenti al sabato, con arrivo e partenza programmati in Piazza Martiri della Libertà a Biella.

L’uomo da battere sarà ancora Matteo Giordano, il leader della Suzuki Rally Cup che può vantare già 105 punti all’attivo grazie a tre vittorie nei primi quattro round. Il driver cuneese navigato da Manuela Siragusa, fin qui chiaramente la migliore tra i navigatori, sulla ibrida di classe RA5H non sarà costretto a forzare la mano, ma dovrà difendersi dagli attacchi dei rivali.

Primo tra questi il trentino Roberto Pellé, secondo in classifica ma distante 41 punti, che in coppia con Giulia Luraschi dovrà riscattare in fretta il capottamento della precedente uscita al Rally di Alba per continuare la sua rincorsa al titolo Suzuki. Vorrà aumentare il passo anche il catanese Giorgio Fichera, che ha già migliorato il suo piazzamento nell’ultimo scontro nelle Langhe, dove ha approfittato dell’infortunio di Pellé per chiudere al secondo alle spalle di Giordano. L’esperto Fichera, tra i piloti di lungo corso nel trofeo, ora si ripresenterà con maggiore convinzione sempre affiancato da Ronny Celli per cercare il suo primo successo stagionale.

Spesso tra i più veloci sulla Swift Sport Hybrid, ora dovrà recuperare terreno il giovane ossolano Igor Iani. Il leader della speciale classifica Under25 sta vivendo un’annata altalenante ma comunque di ottimo livello, con l’apice raggiunto nella vittoria centrata alla Targa Florio. A Biella però Iani, quinto nella classifica generale, deve provare a ripetersi per riavvicinarsi al vertice in vista della volata finale.

A completare il gruppo delle ibride altri tre equipaggi già visti all’opera in questa stagione del trofeo, due Under 25 come Gianandrea Gherardi navigato da Mattea Modenini e Alessandro Forneris, coadiuvato da Luigi Cavagnetto, ai quali si aggiunge Marcello Sterpone con Erica Riva, altro equipaggio alla prima annata in casa giapponese.

Fa eccezione tra le prime posizioni della Suzuki Rally Cup l’esperto pilota di Barga Stefano Martinelli, che insieme a Fabio Menchini può vantare il comando della classifica nella categoria Racing Start, oltre al quarto posto in quella generale del trofeo. Proveranno a contrastarlo, soprattutto per quanto riguarda la classe RSTB 1.0, gli altri alfieri Suzuki come Danilo Costantino navigato da Alessandro Parodi, Cristian Mantoet con Roberto Simioni, rispettivamente al secondo e terzo posto della Racing Start. Quindi i giovani fratelli valtellinesi Massimiliano e Marco Milivinti, oltre a Lorenzo Olivieri e Daniele Gaia sempre presenti quest’anno allo start della Rally Cup.
Completa la flotta delle due ruote motrici di Hamamatsu la Swift Sport 1.6 di classe RA5N con Marco Longo al volante e Roberto Riva alle note.