Il colosso automotive sudcoreano ha allargato il piano di sviluppo dell'idrogeno (Shutterstock.com)

La casa automobilistica sudcoreana ha deciso di espandere la tecnologia dell’idrogeno su tutti i veicoli entro il 2040.

Nel momento in cui tutto il mondo sta investendo moltissimo denaro per sviluppare tecnologie sempre più performanti per quel che riguarda l’elettrico, Hyundai ha deciso di allargare ulteriormente il proprio piano di sviluppo dell’idrogeno.

Entro il 2040 tutte le vetture della casa automobilistica saranno destinate anche in una versione a idrogeno.

Grazie al piano “Hydrogen Vision 2040” si cerca di rendere accessibile l’idrogeno a ogni persona ed in ogni luogo.

L’idea base di Hyundai è quella di declinare l’idrogeno come una tecnologia alla portata di tutti.

Il primo passo è di sviluppare tra due anni, ovvero nel 2023, una nuova generazione di tecnologia Fuel cell. In questo modo i costi di produzione diminuiranno di circa un 40% in modo da avere una vita gestibile della vettura con addirittura 500.000 km.

Nel 2030 inoltre le vetture a idrogeno avranno un costo come quelle del normale ciclo a batteria e questo è un aspetto fondamentale per lo sviluppo nella seconda fase delle vetture a idrogeno.

Auto ma anche camion e autobus.

Hyundai infatti decide di investire anche per quel che riguarda il trasporto delle persone e trasporto mezzi, oltre a eventualmente altre tecnologie connesse.

Oggettivamente molte persone credono fortemente nell’idrogeno, per quel che riguarda il trasporto merci e alcuni anche per il trasporto persone.

L’intenzione di Hyundai quindi è di rivoluzionare completamente quello che attualmente si reputa la tecnologia preponderante e vincente per la mobilità sostenibile. Stiamo parlando ovviamente dell’elettrico che secondo Hyundai può essere affiancato benissimo da una tecnologia pulita e infinita come l’idrogeno.

Staremo a vedere le prime Fuel cell nel 2023 e tutti i processi successivi di sviluppo dell’idrogeno da parte di Hyundai.