La prima tappa del Giro Handbike 2023 è stata presentata nei giorni scorsi a Merano: un percorso di 5km

Partirà da Merano, il 26 marzo prossimo, l’edizione 2023 del “Giro Handbike Italia”, l’unica manifestazione a tappe per atleti paralimpici in Europa. L’evento è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sala riunioni del Consiglio comunale di Merano. Un tracciato di circa cinque chilometri che si snoda per le vie della città (via delle Corse, via Wolf, via Laurin, via IV Novembre, viale Europa, corso Libertà) con partenza e arrivo in piazza Teatro, circa 100 atleti e atlete partecipanti, 150 accompagnatori. Questo, in breve, il sunto della tappa meranese – la prima del calendario 2023, le altre sette verranno svelate il prossimo 4 febbraio a Milano – del “Giro Handbike” che animerà la città del Passirio domenica 26 marzo e che verrà trasmessa in diretta sulla piattaforma Sky.

A presentare la prima tappa sono stati, questa mattina nella sala riunioni del Consiglio comunale, il sindaco di Merano Dario Dal Medico, l’assessore allo sport Nerio Zaccaria, l’assessore ai servizi sociali Stefan Frötscher e Fabio Pennella, presidente della SEO (Solutions&Events Organisation), l’associazione sportiva che cura l’organizzazione del Giro. “Siamo onorati e orgogliosi – hanno ribadito Dal Medico e Zaccaria – di poter ospitare nella nostra città la prima tappa del Giro Handbike 2023, un evento quanto mai significativo per il suo eccezionale valore sportivo, etico e sociale e che – ne siamo certi – esalterà il potere inclusivo del ciclismo. Perché l’handbike è una realtà sportiva che stimola chi la pratica ad affrontare le sfide della disabilità ma insegna a tutte a tutti noi che la solidarietà, lo spirito di aggregazione, il coraggio di accettare e abbracciare la ‘diversità’ sono valori fondanti per una società che voglia dirsi veramente giusta, dinamica e ricca di prospettive. Ringraziamo quindi fin d’ora il comitato organizzatore e tutti coloro che contribuiranno alla buona riuscita di
questa manifestazione. Sarà un’autentica lezione di vita e un altro messaggio chiaro che la nostra comunità vuole promuovere la piena integrazione di tutti/e
”.

Avevamo promesso una nuova grande edizione del Giro Handbike ed eccoci con la presentazione della nostra prima partenza internazionale. Merano è stata per noi una scelta geografica importante e strategica, non soltanto per ciò che questa splendida città offre, ma soprattutto per dare un segnale forte di apertura a una nuova era di competizioni sportive ad altissimo livello. Sarà un anno sportivo ricco di emozioni e di novità che ci mette di fronte ad una nuova grande sfida che siamo pronti ad affrontare insieme ai nostri Campioni di Vita”, ha dichiarato Fabio Pennella.

Formula internazionale

Per la nuova edizione del prossimo anno è stata scelta la formula internazionale proprio per dare modo a tutti gli atleti e a tutte le atlete partecipanti di ottenere punteggi nel rankig internazionale. Le gare inserite nel calendario UCI (e la partenza di Merano è appunto una di
quelle), sono infatti gare di categoria C1. Normalmente questa tipologia di competizioni vede la presenza di atleti e atlete provenienti da diversi paesi europei e quindi garantisce una presenza di livello atletico di assoluto rilievo. Le gare si svolgono su un circuito con uno
sviluppo di almeno cinque chilometri con una percorrenza di giri che varia a seconda della tipologia di disabilità dei/delle partecipanti.