In arrivo due maxi poli produttivi per batterie elettriche (Mike Mareen / Shutterstock.com)

La casa automobilistica ha deciso di investire 11 miliardi di dollari per sviluppare batterie elettriche in modo da rendere totalmente elettrificate le vetture entro il 2030.

Anche Ford, colosso del mondo Automotive internazionale statunitense, ha deciso di investire in modo importante sulle batterie elettriche.

La decisione ha portato a uno stanziamento di 11,4 miliardi di dollari per la realizzazione di batterie all’interno di due enormi campus in costruzione all’interno degli Stati Uniti d’America. Stiamo parlando del più grande investimento produttivo che da quasi 120 anni ha realizzato l’azienda a stelle e strisce.

Questa decisione rientra all’interno di un programma da 30 miliardi che era stato annunciato per elettrificare i veicoli in pochi anni. Grazie a questa decisione verranno resi disponibili nuovi 11.000 posti di lavoro in quanto è necessario mantenere alto il livello qualitativo e mantenere elevato anche il numero di batterie da realizzare.

Ford inoltre ha ideato una caratteristica veramente interessante ovvero la realizzazione di centri di produzione di batterie a circuito chiuso. In questo modo i materiali utilizzati potranno essere riciclati per creare nuove auto.

Grazie alla realizzazione di questi nuovi 2 mega centri di produzione, la capacità complessiva delle batterie potrà arrivare a circa 240 GWH prima della fine del decennio. Al fine di raggiungere questo dato sarà necessario realizzare 10 impianti produttivi e realizzarli assolutamente produttivi entro fine del decennio.

Una decisione da parte di Ford di tendere verso il mercato elettrico che è assolutamente interessante per quel che riguarda i competitor internazionali. Come abbiamo visto Ford vuole rendersi totalmente indipendente e produrre completamente le batterie all’interno del perimetro degli Stati Uniti d’America. In questo modo riuscirà, se tutto va bene, a mantenere bassi i prezzi e poter avere competitivi tutti i modelli della propria linea.

Un plauso quindi a Ford per questo maxi investimento ultramiliardario.