In appena 15 o 20 minuti, si potrà ricaricare la vettura presso le aree preposte lungo l'Autostrada del Sole (D-VISIONS / Shutterstock.com)

Sono state installate nella area di servizio Secchia Ovest dell’autostrada del Sole, le prime colonnine ultraveloci che ricaricano una vettura in appena 15 minuti.

È notizia di qualche giorno fa, ovvero la decisione di installare in una delle più importanti e famose aree di servizio dell’autostrada del Sole, Secchia Ovest, le nuove colonnina ultraveloci. Sono semplicemente le prime di un piano infrastrutturale di ben 67 strutture ultrafast.

Ogni area di ricarica avrà un minimo di 4 ed un massimo di 6 colonnine, a seconda ovviamente dell’area disponibile.

Contemporaneamente potranno essere ricaricate più auto e potranno effettuare la ricarica in 15 o 20 minuti. Non servirà alcun aiuto da parte di inservienti e le persone potranno effettuare la ricarica in assoluta e piena autonomia.

Non c’è una restrizione in termini di provider e questo permette l’accesso di tutte le persone che hanno una vettura elettrica. Il piano prevede l’installazione di un area di servizio ogni 50 km: questa è la distanza perfetta utilizzata anche all’interno dell’Unione Europea.

Autostrade per l’Italia si stanno anche impegnando per spingere sulla mobilità sostenibile legata all’idrogeno. A partire dal 2022 in poi verranno installati nuovi distributori di idrogeno. Precisamente ne verranno realizzati 10 all’interno della rete autostradale, presumibilmente nelle arterie di maggior percorrenza lungo l’asse dell’autostrada del Sole e nel nord Italia. In questo modo si potrà utilizzare anche mezzi alternativi, come ad esempio camion spinti da idrogeno per avere un impatto ancora più minimo sull’ambiente in termini di mobilità.

Questa notizia è veramente importante e permette alle persone di avere una totale libertà di girare la nostra bella penisola in modo completamente elettrico. Effettuare la ricarica in autostrada con un tempo di 15 minuti è un dato assolutamente accettabile in considerazione del fatto che in questo modo ci possiamo un attimo sgranchire le gambe e rilassarci un attimo durante il percorso.

Ben vengano quindi queste colonnine elettriche con ricarica ultrafast e si spera che vengano seguite anche nell’installazione di altre colonnine ultrafast all’interno delle aree di servizio della nostra penisol, non solo dentro la rete autostradale.