(Shutterstock.com)

 Il bonus bici previsto dall’attuale Governo Conte sta ottenendo un successo enorme sotto ogni angolazione. Rispetto agli altri paesi europei, l’Italia è prima per crescita di interesse in tale ambito.

 Non si sa se il Governo avesse preventivato una crescita così importante, fatto sta che il settore delle due ruote elettriche, spinte dal bonus bici previsto, sta letteralmente volando.

 Secondo i dati dell’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori, all’interno dell’ombrello di Confindustria, le bici acquistate dall’avvio della fase 2 sono state ben 540.000, 200 mila in più del mese di maggio 2019.  Tutto questo è stato sviluppato in tutto lo stivale, anche dove non è stato possibile effettuare il bonus biciclette in quanto si hanno dei Comuni al di sotto di 50 mila abitanti.

 Questa attenzione nei confronti delle due ruote, si è sviluppata non solo nelle biciclette elettriche, ma anche nei confronti dei monopattini elettrici e delle biciclette tradizionali.

 Tutta questa impennata di vendite ha delle ripercussioni molto importanti sulla viabilità ordinaria. Si spera infatti che con l’arrivo dell’autunno, sempre più persone utilizzeranno le biciclette per andare a effettuare spostamenti all’interno della propria città, evitando quindi l’utilizzo della vettura.

 I prezzi inoltre non sono aumentati in modo considerevole per le biciclette elettriche che hanno registrato un segno più di circa il 4%. I monopattini elettrici hanno invece registrato un prezzo medio che è salito del 13%, anche se questo non ha inficiato sulla volontà delle persone di acquistarne uno.

 Al di là dell’acquisto finalizzato,  l’interesse per le biciclette elettriche è stato veramente clamoroso. 

 Gli italiani si sono dimostrati notevolmente interessati al discorso bicicletta elettrica, molto più rispetto agli altri cittadini europei.  Questo non è semplicemente un discorso legato al semplice acquisto o meno di una bici elettrica, ma ha portato un’attenzione generale verso un settore più ampio, come ad esempio i carrelli per portare le biciclette,  oppure i lucchetti e le catene, il ciclo-computer e anche i caschi per la corretta sicurezza durante la guida.

Credit photo: pexels