La F1 è attenta al progresso dei carburanti...a impatto zero (Shutterstock.com)

Il presidente e Amministratore Delegato di Formula, 1 Stefano Domenicali, ha affermato quanto le miscele bio siano fondamentali all’interno del mondo Automotive.

Il mondo della Formula 1 è sicuramente un luogo di eccellenza e di Ricerca e Sviluppo.

Molte tecnologie vengono prese dalla Formula 1 e messe all’interno del comparto Automotive. Un esempio semplice e immediato è il sistema di recupero dell’energia che attualmente tutte le auto ibride utilizzano.

Questo sistema era inutilizzo inizialmente per le auto di Formula 1 e ha permesso un vero e proprio cambiamento epocale all’interno del mondo Automotive.

Le parole di Stefano Domenicali, che è ora presidente amministratore delegato del della Formula 1, all’interno di un video proiettato durante un tavolo di lavoro sono abbastanza eloquenti.

Le miscele di origine bio e rinnovabile permettono un aiuto alla decarbonizzazione dei carburanti.

La Formula 1 quindi è orientata, secondo l’amministratore delegato, a sostenere questi obiettivi con una piena integrazione di tutte le tecnologie disponibili.

Queste parole sono davvero molto importanti in quanto evidenziano una presa di posizione netta del principale comparto di Ricerca e Sviluppo a livello mondiale per le auto.

I biocarburanti stanno guadagnando interesse da parte di diversi attori economici, in particolare di tutte le principali aziende petrolifere sparse in tutto il mondo.