Scopriamo come ricarica la nostra auto elettrica (Shutterstock.com)

All’interno di questo articolo vedremo tutte le diverse tipologie di pagamento per le colonnine di ricarica elettrica.

Avere un’auto elettrica vuol dire anche preoccuparsi di poter ricaricarla in modo semplice e immediato presso una delle migliaia di colonnine di ricarica.

Esistono diverse tipologie di pagamenti a partire dalle applicazioni mobili che devono essere scaricate sul cellulare.

Dopo aver effettuato il download delle applicazioni mobili è possibile avviare la ricarica e pagare tramite carte di credito, ma anche PayPal, seguendo le istruzioni che sono presenti all’interno dell’applicazione.

Alcuni operatori e alcune case madri forniscono delle card che possono permettere di avviare la ricarica e sono solitamente associate a un account.

La ricarica viene successivamente addebitata sul conto associato alla carta e quindi riesce a essere quanto più funzionale senza utilizzare lo smartphone.

Alcune colonnine inoltre permettono di utilizzare carte di credito o di debito come se fosse un normale terminale POS.

È possibile semplicemente avvicinare la carta contactless oppure anche inserirla all’interno del lettore e seguire tutte le istruzioni che sono visibili all’interno dello schermo posizionato nella colonnina elettrica.

In alcuni casi è possibile anche effettuare degli abbonamenti che permettono tramite un pagamento mensile o annuale un numero limitato o illimitato di ricariche.

In questo caso non si paga tanto la singola ricarica ma il costo viene chiaramente addebitato all’interno del piano di abbonamento che è stato scelto.

In alcune colonnine elettriche inoltre sono presenti dei codici QR che permettono di essere scansionati con i propri smartphone.

Una volta scansionato sarà possibile visionare un determinato sito web che permetterà di effettuare il pagamento in modo semplice e rapido.