È stata presentata una concept car molto interessante (Tricky_Shark / Shutterstock.com)

È stata presentata poche ore fa questo veicolo davvero molto bizzarro ed efficiente.

Citroen ci stupisce sempre per linee stilistiche innovative e alquanto originali. Sappiamo tutti come le mitiche C3 abbiano rivoluzionato il mondo Automotive degli ultimi anni e nel passato molte altre vetture siano state in grado di rivoluzionare il mercato Automotive.

Qualche giorno fa è stata presentata una nuova Concept Car totalmente elettrica. Una soluzione semplice e accessibile, per migliorare la quotidianità delle persone.

Tecnicamente si parla di un Suv che appartiene al segmento B, ovvero quelli compatti. Il peso complessivo del veicolo non dovrebbe superare i 1000 Kg e avere un consumo circa di 10 kWh per ogni 100 Km percorsi.

I dati tecnici parlano anche di una velocità limitata a 110 km orari è un autonomia di 400 km. Tutto questo nasce grazie alla Citroen Ami che è riuscita a definire un nuovo tracciato della mobilità Citroen.

Questo nuovo Concept Car non è nulla di molto sofisticato nella realizzazione, ma comunque riesce a incrociare tutta una serie di aspetti davvero interessanti. Molto particolare innanzitutto è il frontale, con il vetro anteriore assolutamente perpendicolare rispetto al cofano. Il veicolo misura circa 4 metri e 20 cm ed è molto largo e sfiora quasi i 2 metri di larghezza.

Questo veicolo è stato realizzato anche in un’ottica Smart, in quanto le porte anteriori sono identiche per ogni lato, ma montate in modo diverso. In questo modo sono più facili da assemblare e vengono diminuiti i costi di produzione.

I materiali sono molto attenti all’ambiente e infatti sono prodotti in cartone alveolare riciclato molto resistente. Questi materiali sono stati utilizzati per il cofano, ma anche per il tetto è il pianale del bagagliaio.

Per i tempi di ricarica, si parla di circa 23 minuti per passare da il 20% al 80%. Tutto questo è un Concept Car, ma non si sa se alcune soluzioni verranno utilizzate concretamente nella mobilità del futuro.