oscar cicloturismo
Cicloturismo (Shutterstock)

Premiate le migliori ciclovie italiane: quest’anno l’Oscar del Cicloturismo assegnato alla Green Road dell’Acqua e alla Ciclovia dei Parchi

La Green Road dell’Acqua, ciclabile tra le valli e lungo l’acqua della Provincia Autonoma di Trento, e la Ciclovia dei Parchi, dalle montagne al mare della Calabria, salgono insieme sul podio più alto dell’Italian Green Road Award 2021. Si tratta dell’Oscar italiano del cicloturismo, che premia ogni anno la miglior ciclovia italiana. Il secondo premio va alla Regione Emilia Romagna con la Ciclovia del Sole. Il terzo alla Regione Marche, con il GABA – Grande Anello del Borghi Ascolani. La menzione speciale di Legambiente è stata assegnata alla Regione Basilicata, con la ciclovia Da Matera alle Dolomiti Lucane.

Sommando i tratti delle ciclovie premiate, si sfiorano i 1000 chilometri di piste. Sentieri, argini e tratti asfaltati, con incursioni in ciclabili urbane, tra percorsi ferroviari dismessi e strade bianche. Ben 16 tra regioni e province autonome hanno candidato quest’anno fino a due ciclovie, a conferma di un crescente interesse per il cicloturismo. La Green Road dell’Acqua è un percorso ciclopedonale asfaltato di 143 chilometri, che costeggia fiumi e laghi nel basso Trentino. Si parte da Cadino di Faedo, al confine con la provincia di Bolzano. Attraversa 20 comuni, e si conclude a Trento. Realizzata convertendo 113 chilometri di argini fluviali, ferrovie e strade dismesse.

La Ciclovia dei Parchi della Calabria è una green road che alterna asfalto a terra battuta e attraversa l’intera dorsale appenninica regionale di ben 545 chilometri. Inizia a Laino Borgo e termina a Reggio Calabria, attraversando quattro parchi: l’Aspromonte, la Sila, il Pollino e le Serre, e 60 tra città, paesi e borghi. Realizzata riconvertendo vecchie ferrovie dismesse, è stata inaugurata un anno fa, nel maggio 2020.