Biker fest 2022
(©Terredimoto.it)

Oltre centomila presenze alla 36^ edizione del motoraduno più grande d’Italia ospitato a Lignano Sabbiadoro lo scorso week end

Si può parlare benissimo di edizione dei record con i numeri da capogiro che il 2022 ha portato all’evento motoradunistico più grande d’Italia e uno tra i più grandi d’Europa. Carte alla mano si possono leggere i risultati raggiunti nell’anno della “ripresa”.

Complice sicuramente il sole e il caldo, la 36esima Biker Fest International ha riportato in auge un evento che mette sul piatto la passione per i motori e la voglia di condividere, anche solo per qualche ora, il proprio tempo con quelle persone che fanno dell’evento il più memorabile.

Si tratta di oltre 100.000 presenze, secondo i dati stimati, che hanno popolato le 5 aree nei 4 giorni dell’evento!

La Terrazza A Mare è stata il palco di una prestigiosa mostra di scooter d’epoca e vespa scooter “Mods Meet Rockers”, a cura del Vespa Club Udine, e ha allietato i visitatori, con un’affluenza cospicua, grazie ad una presentazione di una quarantina di esemplari dagli anni 50 alla fine del Novecento: Vespa di ogni serie e modello, Lambretta e Lui Innocenti e anche le autentiche rarità portate direttamente dal museo personale di Vinicio Fabbro, e alcuni scooter costruiti da marchi come Bianchi, Ducati, Laverda e Vittoria. Il tutto in una cornice di spiaggia e mare.

Grande successo è stato il polo Demo Ride che vanta 3.800 test drive per tutte le Case Moto presenti all’evento con Honda che ha dato il via giovedì e seguita poi da BMW Motorrad, Triumph Motorcycles, Brixton Motorcycles, Kawasaki, Moto Guzzi, Royal Enfield, Suzuki, Motron, NIU, Garelli, Doohan, Etriko e Horwing.

Il Demo Ride ha dato possibilità anche di provare la gamma auto e moto presenti per l’evento Green dell’E-Mobility Village, permettendo ai visitatori di approcciarsi all’elettrico e non solo alla benzina con una affluenza dal venerdì alla domenica. Nell’Area Stadio c’è stato anche il ritrovo ufficiale, presso lo stand Triumph, del Distinguished Gentleman’s Ride con una partecipazione di circa 100 motociclisti. L’impegno della Biker Fest promuove ed accompagna le buone cause come anche l’accoglienza presso l’area Off Road con Il Team Manocchi dei ragazzi della Fondazione Pontello, e gli ideatori di #KarmaOnTheRoad che riciclano dispositivi protesici.

Il venerdì è stata ufficialmente inaugurata la 36ª Biker Fest International, con la presenza di Pier Mario Zanin, presidente del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia, con i consiglieri Maddalena Spagnolo e Leonardo Barberio; il sindaco di Lignano Sabbiadoro Luca Fanotto, e diversi assessori. Anche se non presenti fisicamente sul palco il presidente della Regione FVG, Massimiliano Fedriga, e l’assessore regionale al Turismo, Sergio Bini, hanno voluto condividere tramite messaggio l’interesse per l’evento.

A colorare l’inizio della Biker Fest sono stati anche Emerson Gattafoni e Valeria Cagnoni, produttori e protagonisti di #DREAMSROAD, programma di motoviaggiatori su Rai1 da vent’anni e ospiti di “Eccellenze FVG On The Road” di Margherita Plos, e la madrina dell’evento Ester Pantano, attrice e motociclista.

Il Pin-Up Contest ha raggruppato una consistente folla sotto il palco nella giornata di sabato pomeriggio presentando look, interpretazione, originalità e simpatia espressa dal loro personaggio nel tipico look Fifties. Al termine la giuria ha decretato vincitrice Virgin Gin, con il podio ideale completato rispettivamente da Mary Lightblue e Lady Ellis Foxpaw, tutte fotografatissime e applaudite dai biker. Il premio speciale per la simpatia è andato a Donna Malena.