Bike to Work

Nella 5^ edizione della Cerimonia FIAB ComuniCiclabili Parma illustra a livello nazionale gli straordinari risultati del suo “Bike to work”

L’Assessore alla Mobilità Sostenibile del Comune di Parma Tiziana Benassi ha ricevuto la bandiera ComuniCiclabili 2022.  Il progetto FIAB-ComuniCiclabili coinvolge le Amministrazioni aderenti nel corso dell’anno con iniziative dedicate che vanno oltre la valutazione delle buone pratiche e del riconoscimento assegnato. Si tratta di momenti formativi d’alto livello sulle tematiche della ciclabilità e di importanti occasioni di interscambio e condivisione di esperienze con gli altri comuni della rete. Oltre ad essere premiata Parma ha illustrato i brillanti risultati e le modalità di un progetto legato alla mobilità sostenibile nei tragitti casa-lavoro che coinvolge la città da un biennio il progetto di bike to work che è stato coordinato dall’Assessore Tiziana Benassi. 

Da Parma, l’attività ritenuta più significativa e proposta alla platea di amministratori e tecnici collegati da tutta Italia è stata quella della capillare iniziativa che ha coinvolto tessuto imprenditoriale-aziendale e cittadini con politiche attive di Bike to work.

Riceviamo con soddisfazione il titolo di Comune Ciclabile ma siamo molto orgogliosi anche dei numeri di un progetto che in due edizioni ha mostrato numeri davvero in crescita esponenziale e quindi ottimi risultati per l’ambiente e il benessere dei nostri concittadini” ha detto l’Assessore Benassi durante la premiazione “La prima edizione di Bike to work nel 2020 ha visto risorse impegnate per quasi 20,000 euro in incentivi distribuiti da una trentina di realtà imprenditoriali del territorio e ha realizzato un ammontare di quasi 78.000 km percorsi in bicicletta nei tragitti quotidiani dai parmigiani. Nel 2021 l’asticella è arrivata al raddoppio delle cifre: abbiamo coinvolto 43 aziende per quasi 36.000 euro di incentivi raggiungendo uno straordinario percorso di 180.000 macinati sulle due ruote nei tragitti giornalieri. Il monitoraggio delle attività ci ha anche consentito di rilevare che le persone che inizialmente hanno utilizzato la bicicletta solo nelle stagioni calde, si sono poi abituate, lungo tutto l’arco dell’anno alle due ruote. Ora speriamo di unire le forze anche con l’Assessorato alla Mobilità del Comune di Reggio Emilia che è perfettamente in sintonia con le nostre politiche e i nostri obiettivi anche perchè molte realtà economiche sono limitrofe ai due territori“.