In arrivo la prima bici elettrica di Mini (Shutterstock.com)

Il Brand iconico inglese ha dato il via alla realizzazione della sua prima bicicletta elettrica.

Le grandi case automobilistiche devono diversificare anche per intercettare nuove esigenze e accogliere le richieste del mercato.

La mobilità sostenibile non passa solo e unicamente all’interno del comparto auto, ma anche soprattutto nelle biciclette elettriche.

Dovrebbe essere questo il ragionamento che ha spinto Mini nel realizzare la loro prima bici elettrica. In collaborazione con Angell Mobility hanno realizzato infatti una bici di qualità e molto personalizzabile.

Tecnicamente si parla di una bicicletta a pedalata assistita e il nome di questo nuovo prodotto è E-Bike 1.

Come si può notare quindi è il primo modello di una probabile serie, ora realizzata in edizione limitata.

Lo stile è chiaramente Premium come appartiene anche il Brand inglese. È stato pensata tipicamente per gli spostamenti in città e ha un telaio in alluminio ultraleggero.

Esistono tecnicamente due modelli, ovvero quello con il tubo orizzontale alto e quello con il tubo basso e inclinato.

La batteria rimovibile pesa appena 2 kg e si può ricaricare in due ore all’interno della corrente domestica per un’autonomia massima dichiarata di 65 km.

La bicicletta è tecnologicamente avanzata ed è sempre connessa tramite un’app. Può essere infatti bloccata e sbloccata in remoto tramite la navigazione GPS integrata.

Il prezzo è di circa 3500 con due anni di polizza di sostituzione in caso di furto. Gli ordini possono essere già effettuati mentre le consegne sono previste a partire da gennaio 2024.