Vediamo il confronto tra bici elettrica e bici a pedalata assistita (Shuttestock.com)

All’interno di questo articolo parleremo dell’importante differenza tra le bici elettrica e le bici a pedalata assistita.

Molto spesso si fa confusione tra questi due concetti e all’interno di questo articolo vogliamo dare una risposta quanto più esauriente e completa.

La bici elettrica è dotata di un motore alimentato da una batteria ricaricabile. Questo motore assiste il ciclista durante la pedalata e permette di affrontare salite o anche lunghe distanze senza fare troppa fatica.

La velocità massima delle biciclette elettriche è limitata a 25 km orari, come viene stabilito dall’ordinamento italiano.

La bici a pedalata assistita è simile alla bici tradizionale ma è dotata di un piccolo motore che fornisce assistenza durante la pedalata. A differenza delle bici elettriche, il motore della pedalata assistita non funziona autonomamente ma solamente quando il ciclista pedala.

La differenza quindi è insita nella fonte di energia che fornisce l’assistenza al ciclista.

Nella bici elettrica il motore elettrico alimentato dalla batteria fornisce la maggior parte della potenza per far avanzare la bicicletta. Nella bici a pedalata assistita il motore fornisce solo un’assistenza aggiuntiva alla pedalata del ciclista.

In altre parole, quindi, il ciclista all’interno della bici a pedalata assistita deve muovere la bicicletta autonomamente e può beneficiare di un piccolo aiuto generato dal motore di grandezza limitata.

I pro della bici elettrica sono la velocità più elevata rispetto alla bici a pedalata assistita e la possibilità di raggiungere maggiori distanze senza troppa fatica. Come contro, la bici elettrica è maggiormente pesante rispetto alla bici a pedalata assistita.

Le bici a pedalata assistita sono più leggere rispetto alle bici elettriche e rendono la guida più naturale oltre a un prezzo inferiore. I contro della bici a pedalata assistita sono che potrebbe essere necessario fare più sforzo per superare alcune salite.