L'integrazione tra casa e auto elettrica è in arrivo in Svezia (North Monaco / Shutterstock.com)

La casa Automotive svedese svilupperà una forma di ricarica davvero innovativa.

Notizia di qualche ora fa la decisione da parte di Volvo in collaborazione con la propria business unit dedicata ai sistemi di ricarica, di creare qualcosa di rivoluzionario.

Si partirà dalla Svezia come progetto pilot, ma si arriverà ben presto secondo i piani a diversi altri paesi.

La ricarica bidirezionale nel caso specifico riuscirà a rivoluzionare la ricarica delle auto. Essa infatti permetterà di utilizzare la batteria dell’auto come fonte di energia supplementare.

Potrebbe essere ricaricata la casa stessa oppure altri dispositivi elettrici o anche una seconda vettura.

Nel dettaglio questa nuova tecnologia verrà sviluppata da Volvo in collaborazione con il gestore di rete locale di Gotenberg.

Applicazioni di contesti domestici e test su clienti reali permetteranno di avere un feedback immediato di questa nuova realtà.

Tutto questo in quanto vi è la programmazione di mettere nei prossimi anni in circolazione milioni di auto Volvo a trazione elettrica.

Per questo motivo bisognerà capire bene come ottimizzare tutto il processo di ricarica e non sprecare neanche mezzo watt.

La ricarica inoltre dovrà essere intelligente e flessibile, al fine di non creare dei picchi di richiesta che potrebbero produrre problematiche a livello gestionale complessivo.

Volvo però ha già analizzato che il 90% di tutti gli spostamenti giornalieri avviene con un consumo inferiore a 20 kWh. Questo evidenzia come lo studio attento dell’integrazione tra auto e casa sia fondamentale.