BMW presenta un progetto pilota sull'idrogeno (Fingerhut / Shutterstock.com)

Dopo tanto parlare, ecco finalmente i primi SUV amici dell’ambiente che sono alimentati a idrogeno.

Gli addetti al settore Automotive sapevano bene di questa novità presentata addirittura nel 2019.

Inizialmente erano dei prototipi, ma erano stati poi presentati come veicoli navetta nel 2021.

Attualmente siamo ancora fuori commercio ma è comunque una realtà basata su oltre 100 esemplari che sono impiegati a livello internazionale per scopi dimostrativi o test.

Il grande SUV X5 di BMW è ora spinto anche con una propulsione a idrogeno. Una prova ulteriore della competenza e della capacità di sviluppo del Brand tedesco.

Dopo diversi test nelle diverse aree del mondo, ecco che è arrivata nell’entroterra di Venezia, e precisamente a Mestre un’area dedicata alla sperimentazione nel concreto.

È stato creato il primo distributore stradale per idrogeno in Italia in collaborazione con Eni a Mestre.

Si tratta del secondo distributore in Italia oltre a quello di Bolzano dell’Istituto per innovazioni tecnologiche Bolzano.

In questo luogo vicino Venezia, è possibile ricaricare oltre le auto di idrogeno anche autobus o trasporto.

Si tratta quindi di una novità importante che forse potrebbe dare il via alla vera rivoluzione sostenibile di questi mezzi tanto sofisticati tecnologicamente quanto un po’ messi in secondo piano rispetto ai veicoli elettrici.