In arrivo buone notizie per i luoghi di ricarica in autostrada (Shutterstock.com)

Secondo l’ultimo rapporto di Motus-E, sono aumentate le colonnine di ricarica elettrica in autostrada nel periodo aprile-giugno 22.

Con l’arrivo della bella stagione e la voglia di viaggiare, molto spesso gli automobilisti riflettono dove poter fare rifornimento in autostrada. Coloro che hanno la vettura ancora a benzina, oppure diesel, sono alla presa con il rincaro dei carburanti in autostrada.

Colori invece che hanno un’auto elettrica, devono considerare attentamente luoghi di ricarica parti lungo lo stivale. Non stiamo parlando tanto della localizzazione presso le città, ma piuttosto all’interno della rete autostradale. Non sono moltissime infatti le colonnine di ricarica veloce in autostrada, ma una buona notizia sta per arrivare.

Secondo infatti l’ultimo rapporto di Motus-e, sull’infrastruttura di ricarica, si è registrata nell’ultimo periodo un’interessante crescita. Tutto questo è merito di Free X e del suo lavoro di apertura di nuovi luoghi di ricarica.

Questa azione rientra all’interno di un piano ampio di apertura di circa 100 aree di servizio entro la fine del 2023, nella rete autostradale di Autostrade per l’Italia. A fine 2022, dovremmo avere circa 100 anni in più, da poter utilizzare lungo le nostre autostrade per ricaricare le auto elettriche.

Questa notizia non è semplicemente importante per il nostro paese, ma per tutti coloro che sono attratti dalla mobilità sostenibile e che viaggiano in Italia. La realtà infatti è che moltissimi stranieri utilizzano le auto elettriche per venire in Italia, però si possono trovare in difficoltà nelle autostrade durante la fase di ricarica. Potrebbero infatti trovare code nell’atto di rifornimento oppure non trovare assolutamente luoghi di ricarica.

La notizia quindi di Motus-E del suo report, non è altro che una boccata d’aria splendida per tuffarsi nel mare delle vacanze e poter viaggiare serenamente a bordo dell’auto elettrica.