In arrivo entro 4 anni, ben 2.200 colonnine a Roma grazie ad ACEA (Shutterstock.com)

L’azienda municipalizzata della capitale ha deciso di investire ben 29 milioni di euro per realizzare 2200 punti di ricarica in tutto il territorio comunale.

Una notizia importante per tutti gli amici di Roma e per tutti coloro che frequentano Roma per lavoro o per turismo. La capitale Italiana sta per essere fortemente elettrificata grazie all’interessamento da parte di Acea, azienda municipalizzata del comune di Roma, nei prossimi quattro anni. 

Entro il 2024 verranno infatti installati 2.200 punti di ricarica, in modo da rendere quanto più fruibile al massimo la mobilità sostenibile. Attualmente solo Enel-x  ha portato punti di ricarica elettrica nella capitale. Subito veramente installate 100 colonnine che verranno utilizzate dalle vetture elettriche, sfruttando soltanto energia derivante da fonti rinnovabili. Potremmo trovare due tipologie di colonnine, quelle con corrente alternata per una ricarica più lenta e le altre con corrente continua ed una ricarica più veloce.

Per definire il posizionamento di queste colonnine, è stato necessario realizzare uno studio per comprendere quali fossero i punti maggiormente interessanti e strategici per andare a posizionare queste colonnine.

La notizia dell’ampliamento è qualcosa di estremamente positivo in quanto va a colmare un gap che molti proprietari di autovetture elettriche lamentano. Stiamo parlando del divario di punti di ricarica elettrica tra il nord ed il centro sud del nostro belpaese. 

La progressiva elettrificazione del nostro paese deve anche passare in una sorta di parità di numero di punti di ricarica, sparsi per tutte le nostre città. Solo in questo modo si potrà avere un progressivo cambiamento anche in termini di mentalità, nell’adottare una mobilità sostenibile.

Tutto questo, con la speranza che questa decisione sia presa e condivisa da mille altri piccoli Comuni del nostro paese che sono posizionati nel centro e nel sud d’Italia. È un processo che può essere anche un volano per il turismo, uno dei più importanti motori economici del nostro paese.