università plastic free
Università plastic free (Shutterstock)

Zero plastica anche nelle università italiane: molti atenei stanno installando distributori d’acqua di rete filtrata, distribuendo borracce in alluminio gratuite agli studenti

Il concetto di sostenibilità sta diventando un leitmotiv per molti atenei italiani, che hanno già messo in campo numerosi interventi sia strutturali sia formativi. Molti consigli d’amministrazione stanno lavorando su progetti che rendano le nostre università a impatto zero sull’ambiente in maniera estremamente veloce. Complice il ritrovato interesse per l’ambiente da parte di molti studenti e giovani in Italia, i rettori hanno varato delle direttive green, per evitare in primo luogo che i rifiuti invadano l’ambiente, motivando coraggiosamente gli studenti a prendere coscienza della sofferenza del pianeta Terra.

Non è un caso che uno dei primi interventi messi in campo dagli atenei sia proprio l’installazione di distributori di acqua di rete filtrata, con la conseguente riduzione di bottigliette di plastica messe in vendita all’interno dei distributori di cibi e bevande. L’erogatore di acqua di rete, grazie ai filtri al carbone attivo che eliminano il sapore di cloro, mantiene inalterati i valori di sali minerali e migliora al contempo le caratteristiche organolettiche ed il gusto. A sostegno di questa brillante iniziativa, le università hanno messo a disposizione degli studenti anche delle borracce (spesso con il logo dell’ateneo di riferimento) che possano incentivare l’utilizzo degli erogatori e quindi veder sparire dai banchi e dagli spazi comuni i rifiuti di plastica, tanto pericolosi per l’ambiente.