Medici-braccia-incrociate-stetoscopio
(shutterstock.com)

Nuove opportunità per infermieri, medici, dirigenti e operatori non sanitari

La Regione Puglia effettuerà migliaia di assunzioni nel comparto della Sanità entro il 2024. L’ente ha approvato i nuovi piani per l’inserimento del personale nelle aziende sanitarie del territorio e prevede l’ingresso di circa 3000 figure, tra infermieri, medici, dirigenti e operatori non sanitari. Il reclutamento potrà avvenire anche mediante nuovi concorsi pubblici.

Ecco el prime informazioni sui nuovi concorsi in uscita.

Le figure richieste

La Giunta regionale ha approvato, dopo un intenso lavoro svolto in collaborazione con il Dipartimento Salute, i piani degli inserimenti per le Aziende e gli Enti del Servizio Sanitario regionale. I nuovi programmi di assunzione sono stati definiti nelle more del riparto del Fondo Sanitario Nazionale e sulla base dello spazio finanziario che seguirà alle cessazioni attese tra fine del 2023 e l’anno 2024. Il potenziamento del personale sanitario in Puglia mira, principalmente, a rafforzare il numero degli operatori impegnati nell’erogazione dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e negli adempimenti connessi al PNRR e alla gestione dei flussi informativi per il Ministero della Salute.

In totale, per il comparto della Sanità, la Regione Puglia creerà posti di lavoro per circa 3000 persone.

Di questi, 1287 sono destinati a personale da reclutare, anche mediante appositi concorsi, per nuove assunzioni, mentre oltre 1700 posti di lavoro sono rivolti a personale da stabilizzare. Tra questi ultimi rientrano sia operatori che hanno già maturato i requisiti previsti dalla ex Legge Madia, dalla Legge di Bilancio 2022 e dal Decreto Milleproroghe, che risorse in procinto di maturarli.

Nello specifico, i nuovi piani per le assunzioni nella Sanità pugliese prevedono:

– 1287 nuovi inserimenti, di cui

  • n. 582 dirigenti medici;
  • n. 327 infermieri;
  • n. 102 tecnici sanitari;
  • n. 65 di personale della riabilitazione;
  • n. 50 tecnici professionali (autisti di ambulanze, assistenti sociali e tecnici informatici);
  • n. 47 unità di personale ostetrico;
  • n. 43 unità di personale della prevenzione;
  • n. 37 dirigenti veterinari;
  • n. 24 dirigenti sanitari non medici;
  • n. 10 dirigenti tecnico professionali.

– 1700 stabilizzazioni di lavoratori, tra cui

  • n. 650 infermieri e tecnici sanitari;
  • n. 113 dirigenti medici;
  • n. 93 amministrativi;
  • n. 77 tecnici professionali;
  • n. 39 dirigenti sanitari non medici;
  • n. 38 personale della riabilitazione;
  • n. 36 ostetriche;
  • n. 12 personale della prevenzione ed altre figure professionali;
  • n. 6 veterinari.

Il concorso

Per il reclutamento dei nuovi dipendenti che dovranno lavorare nella Sanità della Regione Puglia verranno dunque bandite anche apposite procedure concorsuali. I concorsi Regione Puglia per lavorare nel settore sanitario si svolgeranno, probabilmente, in maniera semplificata, anche con l’ausilio di strumenti informatici, in linea con quanto previsto dalla recente riforma dei concorsi pubblici.

Molto probabilmente, i bandi dei nuovi concorsi per le assunzioni Regione Puglia, in arrivo entro il 2024, saranno pubblicati sui siti web degli enti e delle singole aziende sanitarie regionali che saranno interessati dai nuovi inserimenti di personale.