Trentadue gruppi media fanno causa a Google per 2,1 miliardi di euro

Trentadue gruppi di media, tra cui Axel Springer e Schibsted, hanno intentato contro Google, controllata di Alphabet, una causa da 2,1 miliardi di euro, sostenendo di aver subito perdite a causa delle pratiche della società in ambito di pubblicità digitale.

Lo riporta la Reuters secondo cui l’iniziativa – che coinvolge editori in Austria, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Ungheria, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Spagna e Svezia – giunge in concomitanza con il giro di vite delle autorità Antitrust sull’attività Google di advertising technology.