Le nuove confezioni sono compostabili in ogni loro parte. Dal vassoio, film, etichetta al pad assorbente

Fileni, azienda marchigiana leader nella produzione di carni biologiche in Italia, ha lanciato un nuovo packaging per i prodotti “antibiotic free”. Le nuove confezioni sono compostabili in ogni loro parte, vassoio, film, etichetta e pad assorbente. Il passaggio a questa nuova confezione consente di non immettere nell’ambiente 1,5 milioni di vassoi in plastica tradizionale. Una piccola grande rivoluzione che oltre a risparmiare materia, cambierà radicalmente anche la gestualità in cucina (i vassoi vanno conferiti nell’organico) e segnerà la strada dell’impegno quotidiano di ciascuno di noi anche nelle piccole cose per un mondo più giusto, pulito ed equo.

Prodotti di alta qualità nel rispetto del benessere degli animali e dell’ambiente

Fileni si impegna – riporta la nota aziendale – a offrire ai propri clienti dei prodotti di alta qualità nel pieno rispetto del benessere degli animali e dell’ambiente. Il Gruppo ha da tempo intrapreso un percorso sostenibile di economia circolare teso a raggiungere un progressivo azzeramento degli sprechi e dell’impatto ambientale di tutta la filiera produttiva. Quello di Fileni è un impegno concreto nei confronti dell’ambiente che l’Azienda ha deciso di assumere oltre vent’anni fa e che l’ha portata oggi a essere il primo produttore avicolo biologico in Europa. E biologico significa cura del territorio, rigenerazione dei terreni, garanzia per la salute e il benessere degli animali, responsabilità sociale verso la comunità dove l’impresa opera, rispetto nei confronti della fiducia dei consumatori, ricerca costante della qualità dei prodotti, lotta allo spreco alimentare.

Il vassoio è stato realizzato in Mater-Bi, materiale nato dalla ricerca Novamont, l’azienda leader a livello internazionale nel settore delle bioplastiche, e ottenuto grazie a una filiera integrata che utilizza materie prime vegetali per offrire soluzioni compostabili che permettano di conciliare qualità e performance dei prodotti con un uso efficiente delle risorse dal punto di vista ambientale.

Un’innovativa bioplastica che deriva dalla trasformazione degli zuccheri presenti in mais, barbabietola, canna da zucchero

Il film protettivo è fatto in PLA (acido polilattico), l’innovativa bioplastica che deriva dalla trasformazione degli zuccheri presenti in mais, barbabietola, canna da zucchero e altri materiali naturali e rinnovabili. L’etichetta è realizzata in carta biodegradabile Vellum, un tipo di pergamena particolarmente fine, liscia e resistente. Fileni ha voluto rinnovare completamente anche l’aspetto grafico delle etichette che, nella nuova versione, recano il claim “Salviamo il Pianeta”, invitando così anche il consumatore a compiere una scelta consapevole, responsabile e informata.