Per presentare la domanda di partecipazione alla selezione pubblica c’è tempo fino al 17 novembre 2023

L’Unione Romagna Faentina ha indetto un concorso per funzionari tecnici, volto alla formazione di una graduatoria per assunzioni nel ruolo di Esperto Progettazione e Gestione Progetti Complessi.

In particolare, le figure selezionate saranno destinate a progetti relativi alla sicurezza urbana e alle infrastrutture stradali, e all’urbanistica ed edilizia in comuni siti nel territorio della Provincia di Ravenna. Per presentare la domanda di partecipazione alla selezione pubblica c’è tempo fino al 17 novembre 2023. Di seguito vediamo insieme com’è possibile candidarsi.

Nuovo concorso per funzionari

Le assunzioni previste dal concorso per funzionari tecnici dell’Unione Romagna Faentina saranno destinate a supportare uffici e servizi in conseguenza degli eventi calamitosi di maggio 2023 (alluvione) che hanno colpito i territori siti nei territori della Provincia di Ravenna.

Le possibili sedi di lavoro saranno i Comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Faenza, Riolo Terme e Solarolo.

Il profilo cercato, Esperto Progettazione e Gestione Progetti Complessi, cura e presidia i processi di ideazione ed attuazione di progetti/attività, nell’ambito di politiche di carattere generale e settoriale, con particolare riferimento alla sicurezza urbana e alle infrastrutture stradali, e all’urbanistica ed edilizia (come meglio evidenziato nelle schede allegate al bando di concorso).

I requisiti richiesti

I requisiti richiesti per partecipare al concorso sono i seguenti:

  • cittadinanza italiana o altra condizione prevista dal bando;
  • avere un’età non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle vigenti norme per il collocamento a riposo;
  • adeguata conoscenza della lingua italiana;
  • idoneità psico-fisica alle specifiche mansioni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, ove previsto;
  • non essere stato dispensato o destituito dall’impiego presso Pubbliche Amministrazioni ovvero di non essere stato licenziato per persistente insufficiente rendimento ovvero non essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale;
  • non aver riportato condanne penali che impediscano di instaurare rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione;
  • possesso della patente di guida di categoria B.

Sono previste riserve di legge e altre categorie di preferenze e precedenze previste dal bando.

Titolo di studio

Oltre ai requisiti generali è anche necessario essere in possesso di una delle seguenti Lauree (Magistrale o Specialistica, vecchio ordinamento, ex DM 509/99 o ex DM 270/04):

  • Laurea in Architettura;
  • Laurea in Ingegneria Civile;
  • Laurea in Ingegneria edile;
  • Laurea in Ingegneria edile-Architettura;
  • Laurea in Architettura del Paesaggio;
  • Laurea in Architettura e Ingegneria Edile;
  • Laurea in Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
  • Laurea in Ingegneria dei sistemi edilizi;
  • Laurea in Ingegneria della Sicurezza;
  • Laurea in Disegno Industriale;
  • Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale;
  • Laurea in Ingegneria dell’Informazione;
  • Laurea in Scienze dell’architettura;
  • Laurea in Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale;
  • Laurea in Scienze e tecniche dell’edilizia.

Chi possiede un titolo di studio conseguito all’estero deve dare prova dell’equipollenza o dell’equivalenza del titolo stesso.

È inoltre richiesto il possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere conseguita secondo l’ordinamento previgente al DPR 5.6.2001, n. 328 o di ingegnere civile e ambientale o di architetto.

Il concorso

La selezione verrà effettuata attraverso due prove: una scritta e una orale. Le prove verteranno sulle seguenti materie d’esame:

  • normativa dei lavori pubblici;
  • normativa edilizia e agibilità degli edifici;
  • normativa inerente la direzione lavori, contabilità e collaudo di opere pubbliche ivi comprese le infrastrutture;
  • normativa sulla sicurezza dei cantieri e delle costruzioni;
  • nozioni di urbanistica e normativa sismica.

Per normativa si intende quella di rango nazionale e della regione Emilia-Romagna. Nel corso delle prove si accerterà la conoscenza dei principali strumenti software in ambiente Office e Open Office e la conoscenza della lingua inglese.

La domanda di partecipazione

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata entro e non oltre le ore 23.59 del 17 novembre 2023.

Per candidarsi è necessario inviare la domanda in modalità telematica, collegandosi al portale unico del reclutamento inPA, disponibile su https://www.inpa.gov.it/bandi-e-avvisi/dettaglio-bando-avviso/?concorso_id=bf5cfb661c6c484294136730ab760d2d.

BANDO

Chi fosse interessato a partecipare al concorso per ingegneri e architetti è invitato a leggere con attenzione il testo integrale del bando, pubblicato anche sul portale inPA e sul sito https://www.romagnafaentina.it dell’Unione Romagna Faentina, alla sezione Amministrazione Trasparente – Bandi di Concorso.