lavoro giovani
(shutterstock.com)

La guida al nuovo bonus assunzioni giovani under 35 del 2024, come funziona, a chi spetta e quando arriv

Arriva il nuovo bonus assunzioni giovani under 35 del 2024 per favorire l’occupazione giovanile stabile in tutta Italia. La misura, introdotta dal Decreto Primo Maggio 2024 (Decreto Coesione), consiste in uno sgravio contributivo valido per le assunzioni di giovani con meno di 35 anni a tempo indeterminato.

In questo articolo spieghiamo in modo chiaro e dettagliatocos’è, a chi spetta, quando arriva e come funziona il nuovo bonus assunzioni giovani under 35 del 2024 introdotto dal Governo Meloni.

Cos’è il bonus assunzioni giovani Under 35

Il nuovo bonus assunzioni giovani under 35 è un esonero pari al 100% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro che dal 1° settembre 2024 e fino al 31 dicembre 2025assumono personale non dirigenziale con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato o effettuano la trasformazione del contratto di lavoro subordinato da tempo determinato a tempo indeterminato.

Lo sgravio totale è riconosciuto fino a 500 euro al mese, per un periodo massimo di 24 mesi, ma può arrivare fino a 650 euro al mese se le assunzioni vengono effettuate nelle Regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna. Istituito dall’articolo 22 del Decreto Legge 07-05-2024 n.60 (definito Decreto Primo Maggio 2024 e anche detto Decreto Coesione), il bonus è un’iniziativa volta a favorire l’accesso nel mercato del lavoro per gli under 35.

A chi spetta

Il nuovo bonus assunzioni giovani under 35 del 2024 spetta ai datori di lavoro privati che assumono personale non dirigenziale con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato o trasformano un contratto a tempo determinato in uno a tempo indeterminato.

L’esonero spetta con riferimento ai soggetti che alla data dell’assunzione incentivata:

  • non hanno compiuto il trentacinquesimo anno di età;
  • non sono mai stati occupati a tempo indeterminato.

Come funziona il nuovo bonus assunzioni

Il nuovo bonus assunzioni giovani under 35 del 2024 funziona sotto forma di esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro.

Ricordiamo che le aliquote delle contribuzioni ai fini pensionistici (IVS) sono in genere pari al 33%, con la seguente modulazione: 23,81% a carico del datore di lavoro e 9,19% a carico del lavoratore.

Non rientrano nello sgravio i contributi per le prestazioni pensionistiche a carico del dipendente oltre ai premi e ai contributi dovuti all’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL).

  • l’esonero non si applica ai rapporti di lavoro domestico e ai rapporti di apprendistato. L’esonero spetta invece nei casi di precedente assunzione con contratto di lavoro di apprendistato non proseguito come ordinario rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.
  • per i datori di lavoro che si avvalgono dell’esonero, nella determinazione degli acconti dovuti per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2027, si assume, quale imposta del periodo precedente, quella che si sarebbe determinata non applicando il nuovo bonus giovani 2024;
  • l’esonero contributivo spetta ai datori di lavoro che, nei 6 mesi precedenti l’assunzione, non hanno proceduto a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo ovvero a licenziamenti collettivi, nella medesima unità produttiva. Il licenziamento per giustificato motivooggettivo del lavoratore assunto con l’esonero o di un lavoratore impiegato con la stessa qualifica nella medesima unità produttiva del primo, se effettuato nei 6 mesi successivi all’assunzione incentivata, comporta la revoca dell’esonero e il recupero del beneficio già fruito.
  • L’esonero contributivo spetta altresì, con riferimento ai soggetti che alla data dell’assunzione incentivata sono stati occupati a tempo indeterminato alle dipendenze di un diverso datore di lavoro che ha beneficiato parzialmente dell’esonero in questione.

Come richiedere il nuovo bonus

Non è ancora stato chiarito come sarà possibile, per i datori di lavoro aventi diritto, richiedere il bonus giovani under 35 del 2024. Ciò che è certo è che sarà INPS a gestire procedure e istanze.