copertina secondamano n. 97
Groucho di Dylan Dog, illustrazione di Giancarlo Ascari in arte Elfo, nella copertina di Secondamano n. 97

Nato nel 1977 come primo giornale dedicato alle tematiche del lavoro, dell’usato e del riuso, oggi Secondamano® è conosciutissimo come il marchio che ha scritto la storia degli annunci economici e cambiato il concetto di “fare mercato”, in Italia e all’estero

È arrivato in redazione un bel regalo, da parte di un lettore milanese: uno dei numeri storici delle prime edizioni di Secondamano®, marchio che come sappiamo è nato a Milano e precisamente in via Ripa Ticinese 17, sede storica del giornale dove oggi c’è il ristorante “Straripa” (in foto).

Il ristorante Straripa a Milano

La copertina con illustrazione di Giancarlo Ascari

Si tratta di una copia rarissima, eccezionale, con copertina illustrata direttamente dal famoso illustratore e autore di fumetti 4), che in questo numero ha scelto di rappresentare Groucho di Dylan Dog. Un regalo inaspettato, ma gradito che conferma la storicità del nostro marchio ed anche la sua forza: nato nel 1977 a Milano come primo giornale dedicato alle tematiche sull’usato e sul riuso in Italia, oggi Secondamano® è conosciutissimo come il marchio che ha scritto la storia degli annunci economici e cambiato il concetto di “fare mercato”, in Italia e all’estero.

Secondamano®: la sua storia

Nel 1977 l’imprenditore Franco Giuffrida, durante un viaggio tra il Canada e gli Stati Uniti, si imbatte in una rivista dedicata all’usato “Buy&Sell”. Tornato a casa la fece conoscere a un giovanissimo manager della Rinascente, Luciano Cervone, dando il via al loro progetto. Il 31 marzo 1977, a Milano, esce il primo numero di Secondamano®, in milleottocento copie che si rileva subito un grande successo. Entro pochi mesi, la tiratura arriva a cinquantamila copie. In pochissimo tempo diventa il modello per lo sviluppo di “free ads paper” in tutta Italia, in Europa, Russia e Sud America.

Nel corso degli anni il brand viene acquisito da diversi gruppi editoriali, da Rusconi a Trader fino alla multinazionale Schibsted, che “cavalcano l’onda” del successo del marchio – dalla pubblicazione di siti internet a mensili e riviste specializzate – trasformandolo in una costellazione di prodotti e di edizioni, che contano centinaia di migliaia di annunci, a conferma del suo potere di identità.

Oggi il marchio è tornato nelle mani di un editore esperto nel campo, la concessionaria di pubblicità ravennate Edit Italia, il cui obiettivo è riportare il brand alla sua “giusta dimensione” e cioè quella di marchio di qualità universale per tutti i mondi del riuso e della sostenibilità, nel contesto del periodo storico che stiamo vivendo, dove per i gravi cambiamenti climatici in corso, si sta riscoprendo il grandissimo valore dell’usato e del ciclo di vita delle cose, sia nell’ambito delle questioni prettamente economiche e di risparmio, sia in quello etico e della moda ed etiche. Il principio alla base di tutto è sempre lo stesso: vietato buttare ciò che può avere una seconda vita

La mission di Secondamano®

Oggi quindi Secondamano®, marchio di Edit Italia, è tornato alle sue origini come sito online di annunci sulle offerte e occasioni di lavoro, ma anche come sito di informazione sul mondo dell’usato, del vintage, del riuso, delle scelte consapevoli, della sostenibilità e di quelle aziende che adottano principi e criteri a tutela dell’ambiente. La mission di Secondamano® è mettere in contatto acquirente e venditore, inserzionista e navigatore con l’intento di generare buoni affari e per informare ed educare a “scelte più consapevoli” per rendere migliore il mondo in cui viviamo.