pubblicità-2
(shutterstock.com)

Notevole incremento dei brand media locali

Che la pubblicità locale si muova su binari diversi da quelli della nazionale o internazionale è un dato, perché nel locale sono diverse le opportunità per parlare direttamente, quasi “toccare” i propri pubblici. La seconda edizione della classifica globale di Ad Equity dello studio Media Reactions 2021 sui canali e media ha evidenziato un dato interessante in campo pubblicitario: nel 2022 crescerà la pubblicità “offline” dei media locali, “nonostante il forte impatto delle piattaforme digitali nella vita quotidiana degli utenti, i consumatori continuano a ritenere maggiormente attraenti piattaforme pubblicitarie offline come il cinema, gli eventi sponsorizzati, le pubblicità sulle riviste e i punti vendita”.

L’analisi è stata diffusa di recente in un articolo del notiziario.uspi.it, che mette in evidenza quali sono i maggiori trend rilevati dalla classifica di Ad Equity, a proposito dei comportanti che i consumatori assumono nei confronti del sistema pubblicitario.

Successo del locale

Uno dei trend fortemente in espansione, messo in risalto dallo studio, è come detto quello dei brand media locali. L’analisi infatti dimostra come in 16 dei 23 mercati esaminati, il brand media che si attesta nel ranking è quello locale o una versione locale di brand media globali. Il successo di questo strumento è sicuramente da imputare allacapacità dei brand di “bilanciare i benefici di scala delle global media platform con la promessa di una maggiore rilevanza delle eccellenze dei media locali“, come riferisce il notiziario.uspi.it

Gli utenti prestano attenzione, ancora una volta, alla pubblicità del grande schermo, che diventa quasi spettacolo ed intrattiene al pari di un film, atmosfera amplificata dal tempo trascorso in sala, che quasi si ferma per lo spettatore. E poi ancora alla pubblicità che passa durante i grandi eventi o quella statica che appare all’interno dei negozi. Premesso ciò, quali saranno nei prossimi anni le probabili aree in cui aumenterà la spesa pubblicitaria? Le elenchiamo di seguito.

Dove aumenterà la pubblicità?  

Secondo il report finale di Ad Equity, si prevede dunque entro il 2022 l’aumento della spesa pubblicitaria, in particolare, sui tradizionali media locali di comunicazione anche online; qualche intervistato tuttavia afferma che ridurrà la spesa per gli annunci sulla stampa. 

Secondo Fabio Da Col, Head of Media & Analytics di Kantar, questi risultati evidenziano come l’industria pubblicitaria sia stata incoraggiata dalla rapida ripresa nel 2021 e questo perché la pubblicità è stata una delle leve per alimentare la ripresa nell’economia in senso allargato.