Novità e aggiornamenti mondo scuola 2021
(LCV/Shutterstock.com)

Novità e aggiornamenti sul mondo della scuola: dai concorsi per l’assunzione dei docenti di ruolo alle procedure per il reclutamento di personale ATA.

Il 2021 sarà un anno fondamentale sul fronte scuola. A fronte dei concorsi annunciati nel 2020 e delle novità contenute nella Legge di Bilancio e nel Decreto Milleproroghe, sono circa 80 000 le assunzioni di personale scolastico programmate nel corso dell’anno. Oltre al concorso ordinario, destinato all’assunzione di insegnanti per le scuole dell’infanzia, prima e secondaria, il Ministero dell’Istruzione (Miur) ha annunciato un concorso straordinario per circa 46 000 posti. Alcune novità riguardano il reclutamento degli insegnanti di religione cattolica e il concorso per Dirigenti tecnici.

CONCORSI ORDINARI PER IL RUOLO (POSTI COMUNI E DI SOSTEGNO)

Il Miur ha annunciato nel corso del 2020 un concorso ordinario per l’immissione di circa 13 000 insegnati di ruolo per la scuola dell’infanzia e primaria, e di 33 000 insegnanti per le scuole secondarie di primo e secondo grado. Si attende la comunicazione delle date per lo svolgimento della prova. Sono valide per la partecipazione al concorso solo le domande presentate entro il 31 luglio 2020, per cui restano esclusi tutti coloro che si siano laureati oltre questa data. Non è possibile modificare la regione o la classe di concorso per cui si è presentata domanda. E’ possibile consultare i bandi per il concorso ordinario per infanzia e primaria e per la scuola secondaria sul sito del Miur ai seguenti link:

https://www.miur.gov.it/concorso-ordinario-infanzia-e-primaria

https://www.miur.gov.it/concorso-ordinario-scuola-secondaria

CONCORSO STRAORDINARIO PER LA SCUOLA SECONDARIA

Il concorso straordinario è finalizzata all’assunzione di docenti precari che abbiano maturato almeno 3 anni di servizio. La procedura concorsuale, svolta a livello nazionale e organizzata su base regionale, è destinata all’immissione di 24 000 insegnanti su posti comuni e di sostegno, all’interno delle scuole secondarie di primo e secondo, in aggiunta ai posti già previsti dal concorso ordinario. L’entrata in servizio del personale docente era inizialmente prevista nel corso degli anni scolastici 2020/2021, 2021/2022, 2022/2023. Tuttavia, a causa del perdurare del blocco dei concorsi dovuti all’emergenza Covid-19, lo svolgimento delle prove proseguirà nel corso del 2021. La correzione delle prove scritte già svolte, corrispondenti a circa il 70% del totale, verrà svolta da remoto. Si attendono indicazioni da parte del Miur per quanto riguarda le date per lo svolgimento delle prove mancanti. In ottemperanza al decreto scuola del 6 giugno 2020, n. 41, la prova scritta non sarà più strutturata attraverso domande a risposta multipla, ma in quesiti a risposta aperta. E’ possibile consultare i bandi per il concorso straordinario per la scuola secondaria sul sito del Miur al seguente link:

https://www.miur.gov.it/procedura-straordinaria-per-immissione-in-ruolo-scuola-secondaria

DOCENTI SPECIALIZZATI SUL SOSTEGNO

È previsto un piano pluriennale per l’assunzione in ruolo di 25 mila docenti di sostegno, a fronte dei 60 000 insegnanti attualmente inseriti nelle graduatorie di istituto (GAE) e in corso di specializzazione. La procedura concorsuale, inserita all’interno dell’ultima Legge di Bilancio, si rivolge a docenti in possesso della specifica abilitazione e prevede un aggiornamento biennale delle graduatorie.  Il concorso sarà su base regionale e verrà effettuato mediante un’unica prova a carattere selettivo. A questa potrà aggiungersi una prova preselettiva in base al numero di domande pervenute.

RECLUTAMENTO INSEGNANTI RELIGIONE CATTOLICA

Sulla base dell’accordo siglato a dicembre tra la CEI e il Miur, è previsto entro l’anno 2021 un concorso per la copertura dei posti per l’insegnamento della religione cattolica negli anni scolastici dal 2021/2022 al 2023/2024. Per poter accedere al concorso, sarà necessaria una certificazione di idoneità rilasciata dagli enti diocesani di riferimento per ciascun candidato. Si prevede che una quota non superiore al 50% dei posti disponibili verrà riservata al personale già in servizio che abbia svolto almeno tre anni di insegnamento, anche non consecutivi.

CONCORSO PER DIRIGENTI TECNICI

È prevista la pubblicazione del bando di concorso per 59 dirigenti tecnici, meglio conosciuti come Ispettori Scolastici, annunciata nel corso del 2020. A questo si dovrebbe aggiungere l’assunzione di ulteriori ottantasette dirigenti tecnici a partire dal 2023, in base a quanto previsto dal Decreto milleproroghe.  I posti a concorso sono distribuiti tra il Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione e gli Uffici Scolastici Regionali. Si attende la comunicazione della data del concorso, previsto entro il 31 dicembre 2021.

SENTENZA CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI

Il Consiglio di Stato ha accolto con la sentenza pubblicata in data 12 gennaio 2021 l’appello del Miur relativo al concorso per dirigenti scolastici bandito nel 2017. La sentenza ha confermato la piena regolarità della procedura concorsuale, confermando i 3.000 vincitori nominati. Tra questi, oltre 2.500 sono già stati assunti fra il 2019 e il 2020. Non sono previsti ulteriori concorsi per dirigenti scolastici nel corso del 2021.

ASSUNZIONE DIRETTORI DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI (DSGA)

I Direttori dei Servizi generali e Amministrativi rientrano nell’area D del personale ATA e sono deputati allo svolgimento di funzioni amministrative, tecniche e ausiliarie nelle scuole di ogni ordine e grado. A questi compiti si vanno ad aggiungere quelli di natura contabile e direttiva e quelli relativi all’organizzazione del personale ATA. La Legge di Bilancio 2021 ha rimosso la quota limite per le assunzioni degli idonei nelle graduatorie del concorso DSGA 2018, stabilita al 50%. Attraverso questa misura aumenta il numero di assunzioni destinate alla copertura dei 3000 posti ad oggi vacanti.

PERSONALE ATA

Nel corso del 2021 sono previsti due nuovi concorsi per l’assunzione di personale destinato a ricoprire incarichi in ruoli amministrativi, tecnici o ausiliari (personale ATA). Il concorso ATA 24 mesi è previsto per la primavera 2021 ed è destinato al personale con almeno 24 mesi di servizio. La partecipazione consente l’inserimento permanente dei candidati nelle graduatorie provinciali o l’aggiornamento del punteggio maturato per chi fosse già inserito. Il concorso ATA III fascia, invece, è aperto anche ai candidati che non abbiano mai lavorato nel mondo della scuola e permette l’inserimento nelle graduatorie provinciali triennali. I concorsi per il personale ATA prevedono la sola valutazione dei titoli, senza prove d’esame, e determinano l’inserimento del candidato in graduatoria. Una volta inseriti in graduatoria è possibile svolgere supplenze o essere assunti a tempo determinato o indeterminato.