green economy
Green Economy (Shutterstock)

Che ruolo giocano le università in ambito di politica ambientale? La green economy è la nuova frontiera della sostenibilità ambientale e della riduzione degli sprechi

In ambito di salvaguardia del pianeta Terra, si stanno studiando modi nuovi per fare cose vecchie. La green economy, infatti, è quel ramo del settore economico che ragiona in termini di eco-sostenibilità, di gestione delle risorse e di riduzione degli sprechi. I movimenti ecologisti hanno toccato un nervo scoperto nelle coscienze non solo degli italiani, ma di tutto il mondo. Anche gli atenei hanno virato verso una politica molto più verde, cercando di istruire i ragazzi del domani ad una coscienza di stampo ecologico. Nel 2021 si stimano circa 37 corsi di laurea green, ma il dato è in costante aumento.

Quali sono le laure in green economy

In Italia, le università che più si sono impegnate nell’arricchire la propria offerta formativa sono quelle della Statale di Milano e della Sapienza di Roma. A Milano si può trovare la laurea in Agrotecnologie per l’ambiente e il territorio, mentre a Roma quella in Ingegneria dell’Ambiente per lo Sviluppo Sostenibile. Non è finita qui: alla Bocconi si può prendere il Master in Green Management, Energy and Corporate Social Responsibility, alla LUISS il Master in Turismo e Territorio: economia, marketing, eco-sostenibilità. Secondo un sondaggio di Almalaurea, il 75% di chi si laurea in Scienze della natura trova occupazione a cinque anni dal conseguimento della laurea.