Sono stati presentati i dati della categoria sul mercato italiano ed estero (a cura di Nicola De Carne, retail customer success leader presso Nielsen IQ) e “Il nuovo rapporto tra consumatore e distribuzione moderna” 

Tra innovazione e  sostenibilità, analisi di mercato e programmi per il futuro, il settore biologico è tornato, insieme ad AssoBio, tra i protagonisti degli eventi a Marca, l’unica manifestazione italiana dedicata alla marca del distributore e dove espone la Distribuzione Moderna Organizzata (DMO), per la ventesima edizione.

L’occasione è stata offerta dal convegno organizzato dall’Associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione di prodotti biologici, su L’Italia di oggi e di domani: il ruolo sociale ed economico del biologico nella distribuzione moderna, con un’attenzione particolare dedicata a famiglie e filiera agroalimentare nel nuovo contesto di riferimento.

Non solo valori di mercato, ma anche morali ed etici

Sono stati presentati i dati della categoria sul mercato italiano ed estero (a cura di Nicola De Carne, retail customer success leader presso Nielsen IQ) e Il nuovo rapporto tra consumatore e distribuzione moderna (a cura di Silvia Zucconi, responsabile market intelligence Nomisma), utili a definire il contesto entro il quale agiscono gli operatori del bio.

Non solo valori di mercato, ma anche morali ed etici: il dibattito tra i maggiori attori dell’industria e della distribuzione ha permesso di discutere casi concreti e virtuosi progetti di filiera agroalimentare biologica e sostenibile. Le sinergie virtuose con le tipicità alimentari Doc e Igp del territorio, le politiche di giusto prezzo dal produttore al consumatore, la comunicazione del valore del biologico e della ricerca, il ruolo della marca privatal’etica di impresa sono gli argomenti sviluppati dai partecipanti alle due tavole rotonde.“La marca bio del Distributore quale leva di crescita. Il punto di vista dei soci distributori”, ha visto la partecipazione di Massimo Silvestrini (responsabile Sviluppo Bio, Carrefour Italia), Carmen Quatrale (brand manager Vivi Verde, Coop Italia), Roberto Romboli(responsabile prodotti a marchio, DIT distribuzione italiana), Pietro Poltronieri (direttore prodotti a marchio, CRAI).

Il valore sociale del bio nella Distribuzione Moderna: progetti di filiera e il giusto prezzo”, ha avuto gli interventi di Mattia Noberasco (Ceo, Noberasco Spa), Leandro Cariolo (direttore marketing, CoproB Italia Zuccheri), Elena Arpegaro (responsabile marketing e comunicazione, Gruppo Germinal), Stefano De Donatis(responsabile vendite Italia, Conapi) e Sergio Moretti(direttore commerciale Gino Girolomoni Cooperativa Agricola).