shutterstock.com

Se già dal 2012 il tetto dello stabilimento del sito produttivo ospita un impianto di pannelli fotovoltaici che copre 5.000 metri quadrati di superficie e nel 2022 un ulteriore ampliamento ha garantito una copertura fino al 50% del fabbisogno interno medio, oggi il Gruppo si è spinto ancora oltre

Il Gruppo di Castelfranco Veneto, specializzato in prodotti alimentari biologici, funzionali e salutistici, chiude il primo semestre 2023 con un miglioramento dell’efficienza energetica che, grazie ai nuovi investimenti, si attesta al 75% del fabbisogno medio dell’azienda, calcolato su base annua. Se già dal 2012 il tetto dello stabilimento del sito produttivo ospita un impianto di pannelli fotovoltaici che copre 5.000 metri quadrati di superficie e nel 2022 un ulteriore ampliamento ha garantito una copertura fino al 50% del fabbisogno interno medio, oggi il Gruppo si è spinto ancora oltre.

Nel mese di giugno, nel terreno di 3.900 mq adiacente all’azienda, sono terminati i lavori per la realizzazione di un parco fotovoltaico a terra, che aumenterà l’autoproduzione di energia elettrica da fonti sostenibili.

Il restante fabbisogno energetico del 25% proviene da fonti rinnovabili e certificato da GREENER

Il Gruppo Germinal, che nel maggio 2021 ha ottenuto con Mangiarsano, lo stato di Società Benefit e di seguito la certificazione B-Corp, prosegue i suoi obiettivi di crescita sostenibile. Secondo la relazione d’impatto 2022 del Gruppo, uno dei primari obiettivi è proprio l’impegno nella progressiva riduzione dell’impatto ambientale. Quindi, non solo energia rinnovabile, ma anche ottimizzazione dei processi e dei sistemi tecnologici che ha consentito una compensazione di oltre 7mila Kg di CO2 derivanti dalle emissioni prodotte per il trasporto e la logistica dei propri prodotti.

Sostenibilità anche in termini di packaging: l’azienda impiega solo confezioni 100% riciclabili e sta sostituendo i packaging secondari in flowpack con astucci di carta. Questo ha permesso, tra il 2020 e il 2021, una riduzione del consumo di oltre 45 tonnellate di plastica. Inoltre, la carta acquisita dal Gruppo proviene per oltre l’88% da foreste gestite responsabilmente e certificata FSC®.

Emanuele Zuanetti, CEO e fondatore del Gruppo Germinal: “Solo così si può ispirare un reale cambiamento”

Con l’installazione del nuovo parco fotovoltaico aggiungiamo un altro tassello al nostro percorso aziendale che ci vede fortemente e da sempre impegnati verso una visione aziendale ecosostenibile. Tutte le scelte, sia che si rivolgano all’esterno, sia all’interno della nostra realtà produttiva, sono pensate seguendo una vocazione molto chiara e trasparente che pensa al rispetto non solo del territorio e delle sue risorse, ma anche delle persone e delle comunità con cui interagiamo. Crediamo che solo così si possa ispirare un reale cambiamento” conclude Emanuele Zuanetti, CEO e fondatore del Gruppo Germinal.