Educazione in una scuola libera

È possibile partecipare all’interno del programma di questa edizione, Educare alle differenze, attraverso un laboratorio – in cui sperimentare strumenti e pratiche di educazione alle differenze – o un manifesto – con la presentazione di attività, iniziative e risultati dei progetti educativi svolti entro il 27 giugno, anno scolastico 2021/2022.
Temi centrali degli eventi saranno: la prevenzione, il contrasto e la gestione di tutte le violenze di genere a scuola. 
I partecipanti possono proporre un laboratorio formativo in cui sperimentare metodi e tecniche di educazione alle differenze oppure presentare un manifesto – attraverso attività, iniziative e risultati di progetti educativi svolti con gli studenti. 

Incontri

All’interno del “Festival d’inchiesta e reportage giornalistico” organizzato al Pigneto dal Centro di giornalismo permanente l’Associazione Scosse parteciperà all’evento attraverso “Parole. Linguaggi e narrazioni per raccontare la violenza di genere”.

Il primo luglio Scosse sarà presente al Convegno Equilibri di genere e nuovi canoni nei libri scolastici: dalla teoria alle pratiche. Un workshop per la formazione di editor e insegnanti, allo scopo di abbattere gli stereotipi di genere nei libri scolastici e avviare un confronto fruttuoso sulla trasmissione del sapere. L’evento, promosso da Sidera e Indici paritari – Più donne nei testi scolastici e un nuovo linguaggio, si svolgerà in modalità mista: incontri online e laboratori in presenza.

Per info e prenotazioni: redazione@siderastudio.it – indiciparitari@gmail.com 

SCOSSE partecipa anche alla nona edizione di Bande de femmes, festival di fumetto e illustrazione organizzato dalla Libreria Tuba il 2 e 3 luglio a Roma.
Per informazioni su SCOSSE si può visitare il link dell’Associazione a cui è possibile destinare anche il 5×1000.

Scosse, una piccola realtà

Scosse ha compiuto dieci anni di attivismo e impegno, si tratta di una piccola realtà i cui obiettivi principali sono:

  • Supportare la scuola pubblica e diffondere un’educazione di qualità libera. Realmente plurale e inclusiva.
  • Arginare ogni forma di violenza di genere nella quotidianità, in combinazione con lo studio, la ricerca e la formazione.