L’obiettivo è realizzare spaghetti a base di spirulina, a zero impatto ambientale, grazie al recupero dell’acqua di coltura e all’assorbimento di anidride carbonica da parte dell’alga

Partnership tra Andriani, azienda di Gravina in Puglia specializzata nella produzione di pasta senza glutine, e la startup ApuliaKundi, che produce l’alga spirulina, un vero e proprio superfood inserito dalla Fao tra i “cibi del futuro”. L’obiettivo è realizzare spaghetti e pasta a base di spirulina, a zero impatto ambientale, grazie al recupero dell’acqua di coltura e all’assorbimento di anidride carbonica da parte dell’alga.

Dopo la raccolta, la spirulina viene pressata, estrusa ed essiccata a freddo

Gli spaghetti alla spirulina saranno prodotti attraverso un processo che consentirà di risparmiare acqua e catturare l’anidride carbonica restituendo ossigeno all’ambiente. L’acqua in cui verrà coltivata la spirulina, infatti, sarà quella utilizzata per il processo di produzione della pasta negli stabilimenti di Andriani, recuperata e purificata attraverso un impianto di ossidazione abbinato ad uno di osmosi inversa.

Dopo la raccolta, la spirulina verrà pressata, estrusa ed essiccata a freddo al fine di preservare le sue caratteristiche nutrizionali, poi utilizzata da Andriani come ingrediente nella produzione di pasta biologica, in aggiunta alla farina di riso integrale, naturalmente gluten free. Infine distribuita in GDO a marchio Felicia. La restante parte di Spirulina sarà infine utilizzata da ApuliaKundi per altri prodotti tra cui stick e compresse che sono già in commercio.