raccolta differenziata
(shutterstock.com)

La sessione plenaria farà il punto su raccolta e riciclo del rifiuto organico in Europa e in Italia. Sarà affrontato anche il tema del PNRR, Programma Nazionale di Ripresa e Resilienza, alla luce dell’evoluzione del settore e dei capitoli di spesa “aperti al settore” a livello governativo

Il Consorzio Italiano Compostatori (CIC) partecipa anche quest’anno a Ecomondo, la più grande fiera dedicata alla green economy che si svolgerà a Rimini (Fiera di Rimini) dal 26 al 29 ottobre. In particolare, mercoledì 27 ottobre il CIC organizza la XXIII Conferenza Nazionale sul Compostaggio e Digestione Anaerobica, appuntamento periodico che si svolge da oltre 20 anni in occasione di Ecomondo.

Il programma

La sessione plenaria farà il punto su raccolta e riciclo del rifiuto organico in Europa e in Italia. Sarà affrontato anche il tema del PNRR, Programma Nazionale di Ripresa e Resilienza, alla luce dell’evoluzione del settore e dei capitoli di spesa “aperti al settore” a livello governativo. Inoltre, ad alcune settimane dall’approvazione del MTR2 da parte di Arera, sarà affrontata la tematica della regolazione con le relative opportunità e/o criticità di un sistema che cambia le regole del riciclo organico.

A cura di: Consorzio Italiano Compostatori, ISPRA, ECN
Presidente di sessione: Flavio Bizzoni, Presidente del CIC 

Ore 10:00 – 10:10 | Apertura dei lavori a cura del CIC (F. Bizzoni, Presidente CIC) 
Ore 10:10 – 10:30 | Il Biowaste in Europa, le azioni di European Compost Network (S. Siebert, Direttore ECN) 
Ore 10:30 – 10:50 | L’economia circolare del Biowaste tra Ripresa e Resilienza (M. Centemero, CIC) 
Ore 10:50 – 11:10 | Andamento del settore del biowaste italiano rispetto al panorama comunitario (Relatore Andrea Lanz, ISPRA) 
Ore 11:10 – 11:30 | G. Ghiringhelli, E. Amodeo; G. Sbarbaro, P. Pagani, M. Signorini, “Le tariffe degli impianti di trattamento rifiuti urbani: gli effetti della prossima regolazione Arera”; ARS ambiente Srl, UTILITEAM Co. Srl 
Ore 11:30 – 12:30 | La voce alle aziende:
•Utilitalia (Paolo Giacomelli)
•Fise Assoambiente (Roberto Sancinelli)
•Progeva (Lella Miccolis)
Ore 12:30 – 13:00 | Discussione e conclusione lavori  R.S.V.P.

Cos’è il Consorzio Italiano Compostatori – CIC

Il Consorzio Italiano Compostatori è un’organizzazione senza fini di lucro che si occupa di promuovere e valorizzare le attività di riciclo della frazione organica dei rifiuti e dei prodotti che ne derivano (compost, biometano, ecc.).Il Consorzio, che conta centotrenta consorziati, riunisce e rappresenta soggetti pubblici e privati produttori o gestori di impianti di compostaggio e di digestione anaerobica, associazioni di categoria, studi tecnici, laboratori, enti di ricerca, produttori di macchine e attrezzature e altre aziende interessate alle attività di compostaggio e di gestione dei rifiuti organici.

Il CIC è impegnato in numerose iniziative volte alla diffusione di una raccolta differenziata di qualità che permetta l’effettivo recupero degli scarti organici negli impianti di trattamento biologico. A tal fine, oltre a monitorare costantemente la qualità della frazione organica in ingresso agli impianti di compostaggio – o agli impianti integrati di digestione anaerobica e compostaggio – ha ideato programmi di qualità e sviluppato partnership con numerose associazioni nazionali ed internazionali.Nel 2003 il CIC ha avviato il programma volontario Marchio Compost di Qualità CIC che, attraverso verifiche continue sul prodotto, attesta la qualità dei fertilizzanti organici prodotti negli impianti delle aziende consorziate.

Nel 2006 nasce poi il Marchio Compostabile CIC, un servizio fornito agli impianti consorziati che oggi garantisce l’oggettiva compostabilità dei manufatti biodegradabili durante il recupero del rifiuto organico negli impianti di compostaggio su scala industriale.Oggi, oltre alle attività legate alla qualità di matrici e prodotti, il CIC è costantemente impegnato in numerose iniziative rivolte al raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Unione Europea nell’ambito del pacchetto dell’Economia Circolare recentemente approvato.

Per maggiori approfondimenti, visitare il sito istituzionale: www.compost.it.