Sarà possibile presentare la domanda di partecipazione entro il 12 agosto 2023

È disponibile un nuovo bando di concorso per posti in polizia provinciale per la provincia di Belluno (Veneto) – area degli istruttori. Si cercano 10 diplomati che saranno assunti mediante contratto di lavoro a tempo indeterminato e pieno entro il triennio 2023-2025. La domanda di partecipazione può essere presentata entro il 12 agosto 2023. Di seguito indichiamo tutto quello che c’è da sapere sui requisiti richiesti e sulle modalità di selezione.

Il concorso

Il concorso per agenti di polizia provinciale della Provincia di Belluno mira quindi alla copertura di 10 posti di lavoro nel triennio 2023 – 2025 che saranno così distribuiti:

  • n. 7 assunzioni nel 2023;
  • n. 1 assunzione nel 2024;
  • n. 2 assunzioni nel 2025.

I requisiti richiesti

La selezione pubblica della Provincia di Belluno è rivolta a candidati in possesso dei requisiti seguenti:

  • diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale (diploma di maturità) che consente l’accesso all’Università;
  • patente di guida di categoria “B” non speciale in corso di validità. La categoria non deve essere limitata alla guida dei veicoli con cambio automatico;
  • età non inferiore agli anni 18 e non superiore agli anni 50 compiuti (requisito che deve essere mantenuto fino alla data di sottoscrizione del contratto individuale di lavoro);
  • assenza di impedimenti al porto o all’uso delle armi;
  • non essere obiettori di coscienza o non essere contrari al porto o all’uso delle armi ed in particolare per coloro che sono stati ammessi al servizio civile come obiettori: essere collocati in congedo da almeno cinque anni e aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza, avendo presentato dichiarazione presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile;
  • possesso dei requisiti per il conferimento della qualità di agente di pubblica sicurezza;
  • cittadinanza italiana;
  • idoneità psico-fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non avere procedimenti penali in corso, né aver riportato condanne penali che, ai sensi delle vigenti leggi, salvo l’avvenuta riabilitazione, impediscano l’instaurazione del rapporto di impiego presso la Pubblica Amministrazione e non essere stati interdetti o sottoposti a misure che escludono la costituzione del rapporto di impiego con la pubblica amministrazione;
  • non essere stati interdetti dai pubblici uffici;
  • non essere stati destituiti, decaduti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o per altri motivi disciplinari ai sensi delle vigenti disposizioni dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti o dalle disposizioni normative vigenti in materia, ovvero destinatari di un provvedimento di recesso per giusta causa da parte di una pubblica amministrazione;
  • non essere stati dichiarati decaduti da un impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
  • essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985;
  • requisiti psico-fisici indicati nel bando.

La selezione

Le fasi del concorso prevedono:

  • eventuale prova di preselezione, che potrà essere espletata nel caso in cui il numero delle domande sia particolarmente elevato;
  • prova scritta, con la somministrazione di una serie di quesiti a risposta aperta ovvero di un questionario a risposta multipla, al fine di verificare il livello di conoscenza professionale.
  • prova teorico-pratica, che consisterà in un elaborato con richiesta di analisi e soluzione di un caso simulante un intervento operativo, e/o nell’elaborazione di schemi di atti, e/o redazione di un verbale, riferiti agli argomenti delle materie di esame e/o nell’accertamento delle conoscenze delle specie di fauna selvatica presenti in provincia, al fine di verificare il livello di conoscenza professionale e di applicazione delle conoscenze possedute a specifiche situazioni o casi concreti;
  • prova orale:
    – colloquio sulle materie indicate nella sezione “programma d’esame” del bando e che comprenderà anche l’accertamento della conoscenza base della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
    – prova psico-attitudinale finalizzata ad accertare le capacità comportamentali, relazionali e le attitudini in relazione ai compiti ed al ruolo proprio della figura professionale da reclutare.

La domanda di partecipazione

Per partecipare al concorso è necessario presentare la domanda entro il 12 agosto 2023 esclusivamente in via telematica, a questo link https://www.inpa.gov.it/bandi-e-avvisi/dettaglio-bando-avviso/?concorso_id=84971c53bd764e4da4e2502e81bc755e.