Ce ne sono ben 2600 in tutta Italia, ecco come trovarle

Vuoi accarezzare un asinello o vuoi conoscere come si produce il parmigiano-reggiano? Vuoi imparare le tecniche di potatura di un frutteto o il percorso del grano dal chicco alla pagnotta di pane? Puoi fare tutto questo e molto altro nelle fattorie didattiche d’Italia e d’Europa. Oggi è molto semplice trovarle e sapere come partecipare alle loro attività, basta collegarsi al sito www.fattoriedidattiche.net, realizzato e gestito da Alimos (cooperativa nell’ambito dei servizi a supporto delle imprese dell’agroalimentare) e con un click tutto questo ti apparirà nel giro di pochi secondi. Le fattorie possono essere cercate per regione, e all’interno di ogni regione per provincia: da qui si possono scoprire le fattorie più vicine alla propria zona di residenza. Ma non basta. Il portale, infatti, presenta una sezione dedicata alle aziende agricole che fattorie didattiche vorrebbero diventarlo. All’interno di essa una guida con tutte le informazioni su servizi da offrire, supporti legislativi, corsi ecc.

Nel 2000 Alimos ha realizzato, con il finanziamento del Ministero dell’Ambiente, il primo censimento nazionale delle Fattorie Didattiche e la “Mappa delle Fattorie Didattiche italiane” nell’ambito del progetto “City Farms –Rete di Fattorie Didattiche biologiche per l’educazione ambientale e consumi consapevoli”.

“Le realtà italiane mancano a tutt’oggi di un coordinamento nazionale – spiega Alimos sul portale- tanto da far registrare una situazione molto diversificata da regione a regione. Ad oggi sono più di 2.600 le fattorie didattiche accreditate, concentrate su tutto il territorio”.

Ma come approcciarsi a queste realtà? Lo spiega Alimos con una pratica scheda on line.

Come prenotare

Trascorrere delle ore piacevoli e istruttive in una fattoria didattica è molto semplice. La visita si può prenotare direttamente presso la fattoria (ad esempio attraverso i recapiti che si trovano facilmente sui siti web e sui social di queste realtà), concordando la data, i tempi, le attività da svolgere e i costi.

Costi

Il contributo per l’accoglienza e i percorsi didattici realizzati varia in relazione alle attività e ai laboratori scelti, al numero degli ospiti, ai tempi e ai modi della visita.

Periodo

Le visite e i soggiorni in fattoria possono essere effettuate tutto l’anno. I percorsi didattici varieranno a seconda della stagione e, in caso di maltempo, le attività saranno realizzate al coperto.

Ospitalità

Nelle fattorie è possibile consumare una merenda al sacco all’aperto o al coperto. Molte aziende forniscono, su prenotazione, pranzi, cene e merende con i prodotti dell’azienda. In alcune è possibile pernottare anche settimane verdi.

Valutazione dell’esperienza

L’ospite è invitato a compilare la scheda di verifica dell’esperienza trascorsa in fattoria e spedirla all’ente territoriale competente degli accreditamenti e delle verifiche.