Tovagliette-a-km-zero
Shutterstock.com

Con i materiali riciclati si possono creare anche delle Tovagliette a km zero per una casa sostenibile

Oggi tutto va più veloce, non abbiamo più tempo di fermarvi a pensare e nemmeno di mangiare con calma. Ed è per questo che non c’è bisogno di apparecchiare la tavola per mangiare un boccone, bastano le vostre tovagliette a km zero.

Se volete fare bene presto a tavola senza rinunciare ad un tocco creativo e di stile che sia la colazione, il pranzo o la cena, potete puntare sulle vecchie tovaglie, tagliate un po’ qui e un po’ là, e avrete il vostro set di tovagliette green per un arredamento sostenibile.

Invece, se siete più affezionati alle vostre tovaglie che ai vostri jeans, potete comunque dargli una seconda chance. Un materiale certamente più resistente della stoffa delle tovaglie che non si sfilaccerà al primo utilizzo ma durerà nel tempo, perché, si sa, il jeans non passa mai di moda. E così avrete dato vita alle vostre tovagliette a km zero.

Avete una cesta piena di gomitoli di lana risalenti al 1988? Prima di tutto, assicuratevi che siano ancora utilizzabili, e una volta fatto questo inforcate l’uncinetto e mettetevi all’opera per trasformare un gomitolo grezzo in una meravigliosa tovaglietta fai da te.

Il destino delle vecchie magliette non è solo quello di essere tagliate in piccoli pezzi e usate come stracci. Oltre al pulito c’è di più, infatti possiamo ricavarne, magari inserendo qualche forma in feltro per abbellire in po’ il tutto, delle originalissime tovagliette.

Non c’è limite all’immaginazione e se puoi pensarlo puoi effettivamente farlo. Sembra una frase fatta ma non è assolutamente così. Infatti, non è necessario possedere delle grandi doti, a volte le idee più belle vengono sul momento. Con pochi, semplici e convenientissimi elementi e materiali si può realizzare veramente di tutto, anche tovagliette a km zero.