armadio profumatore
(Shutterstock.com)

Come fare dei profuma armadi fai da te? Vediamo quali fiori, essenze e spezie utilizzare per creare profumatori 100% naturali.

Avere armadi profumati è il sogno di tutti, ma non sempre si riesce ad ottenere risultati sorprendenti. Tralasciando i prodotti chimici che si trovano in commercio, che talvolta emanano odori nauseabondi che possono anche scatenare allergie, ci sono tanti rimedi naturali che vale la pena provare. Prima di vedere come realizzare profuma armadi fai da te, ci sono alcuni trucchi da tenere bene a mente. Innanzitutto, cercate di non mettere nel guardaroba indumenti sporchi, magari utilizzati anche una volta ma che hanno preso un cattivo odore. Se, ad esempio, avete pranzato o cenato in un locale con un pessimo impianto di areazione, evitate di piegare t-shirt & Co che sanno di ali di pollo con capi mai indossati.

Seconda raccomandazione riguarda le scarpe. Non vanno mai tenute nell’armadio, anche se in uno scompartimento separato. Oltre a fattori igienici, l’odore può arrivare ad impregnarsi nel legno e non c’è nessun profumatore in grado di assorbirlo. Le calzature devono avere un posto loro, sempre. Infine, ricordate che i profuma armadi, che siano fai da te o meno, vanno messi solo quando è tutto pulito. Pertanto, prima di procedere date una bella sistemata. Fatta questa breve ma doverosa premessa, vediamo come creare diffusori adatti per guardaroba e cassetti.

lavanda sacchetto cannella
(Shutterstock.com)

Profuma armadi fai da te 100% naturali

Il primo profuma armadi fai da te che vi proponiamo è a base di lavanda. Fate essiccare i rami di lavanda insieme ai petali di rosa e fiori di gelsomino. Aggiungete qualche goccia di olio essenziale a scelta tra violetta, limone, bergamotto e neroli e mettete il tutto all’interno di un sacchettino di cotone/tulle e chiudete con un laccetto. Volendo, potete anche inzuppare un pezzettino di cotone con l’oleolito preferito. In alternativa, prendete un’arancia o un mandarino e praticate tanti piccoli fori. Inserite altrettanti chiodi di garofano e lasciate essiccare per qualche giorno. Infine, aggiungete una stecca di cannella e utilizzate uno spago per appenderlo in un angolo del guardaroba. In alternativa, fate essiccare le bucce di arancia, mandarino e limone e utilizzatele a mo’ di pot-pourri all’interno di un sacchettino, oppure un calzino. La chicca in più? Aggiungete anche fiori e cannella.

Un altro profumatore fai da te a costo zero è la bustina di tè usata. L’aroma, ovviamente, non è quello originario, ma potete sempre aggiungere qualche goccia di olio essenziale. Vi spetta solo la scelta dell’essenza. Che dire poi del riso? Non dovete fare altro che mettere due pugnetti in un contenitore e aggiungere qualche petalo di rosa o fiori di lavanda e pezzetti di cannella, poi versate alcune gocce di un olio essenziale. Lasciare riposare per un po’ e poi suddividete il tutto in base al numero di sacchetti che avete a disposizione. Infine, potete anche optare per le scaglie di sapone di Marsiglia mescolate ad altre scaglie di saponette profumate. Anche in questo caso, riponete all’interno di un sacchettino, o un calzino.