Con i materiali riciclati si possono realizzare librerie a km zero per un arredamento sostenibile

Da quanto tempo, ormai, state pensando di riarredare casa? Potete contare su poche risorse per dare un nuovo look alle vostre quattro mura a km zero? Nessun problema, avrete bisogno solo di un po’ di creatività e, soprattutto, oggetti che non usate più. La combinazione di questi due elementi potrebbero portare ad un risultato a dir poco sorprendente e arrivare a realizzare addirittura librerie a km zero!

Eh sì, perché dare una nuova vita alle cose, vi permetterà sia di risparmiare a livello economico sia di mantenere l’ambiente più green e in salute.

Avete trovato una vecchia scala di legno? Allora pulitela e riverniciatela a dovere, e appendetela al muro, potrebbe diventare la vostra nuova libreria fatta in casa, un po’ come la pasta asciutta… Quando è fatta in casa e tutta un’altra cosa.

Sotto un chilo e mezzo di polvere, in soffitta, avete riportato alla luce un televisore in bianco e nero? Nessun problema, si potrebbe smontare la parte interna e inserire all’interno i vostri romanzi preferiti.

E poi, siete dei “caffeinomani convinti”, la vostra dipendenza da caffeina potrebbe tornarvi molto utile. I contenitori di metallo del caffè potrebbero reggere il peso delle mensole (magari fatti di legno riciclato), sopra cui potrete disporre tutte le vostre riviste romanzi che non avete ancora letto.

Oppure siete stati dal vostro contadino di fiducia a comprare la verdura e non è ha ripreso le cassette di legno? Beh, anziché buttarle potreste pensarle di fissarle al muro per creare una libreria in stile rustico e sostenibile.

Come avete visto, queste sono alcune delle infinite possibilità di riutilizzo dei vostri oggetti di uso comune, che tutti abbiamo in casa, a cui voi potrete dare una seconda vita per un arredamento sostenibile!