Cornici-foto-a-km-zero

Con i materiali riciclati si possono realizzare anche cornici foto a km zero

Ormai i ricordi di una vita si immortalano con il telefonino o con fotocamere digitale e le vecchie care foto con il rullino? Le foto non si stampano quasi più, ma a tutti quelli che ancora hanno piacere di avere il loro ricordi più belli in bella vista sul comodino, possono crearsi cornici foto a km zero.

In casa avrete sicuramente una collezione di tappi di sughero, giusto? Se non volete riempire il sacco della spazzatura, potete prenderne una bella manciata. Poi attaccarli con un po’ di colla a formare una bella cornice, inserendovi la vostra foto, per un arredamento sostenibile.

Le tavole di legno avanzano sempre in casa: dopo un lavoro fatto a qualche finestra o se avete aggiustato un armadio, insomma le tavolette di legno (anche di compensato), non sono mai abbastanza. Se ne sono rimaste troppe, potreste usarne alcune come cornice , con un po’ di vernice per dargli un aspetto vintage, e di spago, sia sopra che sotto, per tenere ferma la foto, avrete la vostra “cornice green”.

Nella vostra cassetta degli attrezzi ci sono alcune chiavi inglesi ormai arrugginite e praticamente inservibili? Anche se non si possono utilizzare per stringere e allentare i bulloni, non vuol dire che non servono a nulla. Pensateci bene, se le saldate insieme a formare un quadrato, cosa otterrete? Una cornice… esatto, bravi, indovinato!

E infine, passeggiando sulla spiaggia, vi piace raccogliere le conchiglie in riva al mare e una volta portate a casa? Lasciarle sparse sul comodino non è certamente la soluzione, ma scegliere quelle più belle, attaccarle tutte insieme con un po’ di colla e avrete creato una cornice in perfetto stile marinaro.

Ci sono infinite possibilità di incorniciare i vostri ricordi e creare una cornice a km zero con materiali riciclati e un’idea creativa ma, soprattutto, sostenibile.