segnalibri-a-km-zero-per-una-casa-sostenibile
Shutterstock.com

Con i materiali riciclati possiamo realizzare veramente di tutto, anche segnalibri a km zero per una casa sostenibile

Quanto è grande la vostra collezione di libri? Gialli, avventura, romanzi, thriller e chi più ne ha più ne metta, insomma la vostra casa assomiglia sempre di più ad una biblioteca. Ma quando siete intenti a leggere il vostro romanzo preferito e non avete sottomano un segnalibro, che fate? Lo andate a comprare in qualche cartoleria? Sbagliato! Potete sempre farlo voi, con le vostre manine, dando vita così a segnalibri a km zero per una casa sostenibile.

Se avete un cassetto pieno zeppo di graffette, è arrivato il momento di usarle in maniera diversa da quella a cui siete stati abituati fino ad ora. Eh sì, perché anche delle semplicissime graffette possono trasformarsi in segnalibri davvero creativi. Basta solo aggiungere qualche striscia di tessuto et voilà!

Un altro modo di creare dei segnalibri originali è con la carta da regalo che vi sarà sicuramente avanzata da Natale e con un po’ di nappine. Due materiali che si prestano benissimo a questo scopo, non credete?

Ma anche gli origami possono tornare molto utili per creare dei segnalibri a km zero davvero unici. Se siete ferrati in questa antica tecnica che arriva dal Sol Levante, potete confezionarlo a forma di cigno, di pesce o di qualsiasi altro animale o oggetto, sarà l’invidia di tutti i vostri amici del “club del libro”, garantito!

E vogliamo parlare, poi, del decoupage? Vecchi tessuti, abiti e tende e tutte quelle stoffe che hanno riempito interi armadi per anni e anni, possono trasformarsi in segnalibri di grande stile e, soprattutto, ecosostenibili (che non guasta mai).

Insomma, per farla breve non c’è limite all’immaginazione e alla creatività. Nel prossimo e ultimo articolo parleremo di altri modi per creare dei bellissimi segnalibri fai da te.