porta cuffiette fai da te
Shutterstock.com

Tanti utili consigli su come realizzare porta cuffiette fai da te per una casa sostenibile

In questa seconda tappa alla scoperta dei porta auricolari fai da te per una casa sostenibile, altri utili consigli su come dare una nuova casa e, soprattutto, a km zero, alle vostre cuffiette.

Se avete qualche molletta da bucato che vi avanza, potete sempre trasformarla in un porta cuffiette fai da te. Il procedimento è molto semplice: basterà solamente incollare le due mollette e farci passare attorno il filo degli auricolari. In questo modo il filo non si aggroviglierà e le vostre cuffiette non si rovineranno.

Non avete a disposizione le mollette da bucato, ma la casa piena di separa dita sì? Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, si tratta di quello strumento che si usa per separare le dita quando si applica lo smalto sulle unghie dei piedi (una precisazione per i maschietti). In questo caso, non dovrete fare altro che praticare un forellino, farci passare il cavo e fissarlo bene. In poche e semplici mosse avrete dato vita al vostro porta cuffiette a km zero.

Un altro modo per creare una custodia per i vostri auricolari è quello di utilizzare una carta di credito scaduta, che dovrà essere sagomata come più vi piace.

E che ne dite invece di realizzarlo uno voi dalla A alla Z? Potrebbe essere l’occasione giusta per mettere in pratica le nozioni di taglio e cucito imparate dalla nonna e creare così una porta cuffiette in pelle davvero originale.

Anche questa seconda tappa è arrivata alla fine, ma non temete, perché nel prossimo e ultimo articolo, ci saranno altri utili consigli su come costruire un porta cuffiette fai da te per una casa sostenibile.