collant usati
Shutterstock.com

Come riutilizzare al meglio, e in tanti modi diversi, collant usati per un arredamento sostenibile

In questa seconda tappa del nostro viaggio nel mondo del riuso e riciclo dei collant vintage, troverete altri utili consigli sui collant usati per un arredamento sostenibile. Siete pronti? Allora, continuiamo il viaggio!

Sapevate che i collant vintage possono essere usati per conservare aglio e cipolla? No? Allora vi consiglio di prenderne un paio, metterci in uno l’aglio, nell’altro le cipolle e appenderle in cucina. In questo modo non faranno passare l’aria e si conserveranno meglio. Avevate mai pensato che potevano essere utili anche a questo scopo?

Allo stesso modo, i collant usati, sono adatti per contenere altre cose, ad esempio, i capi delicati in lavatrice. Una specie di contenitore resistente che li protegge e impedisce che si rovinino durante il lavaggio. In questa maniera potrete salvare un sacco di panni, garantito!

Se invece hai terminato gli stracci con cui solitamente spolverate e non sai da che parte sbattere la testa, niente paura! I tuoi collant possono darti una grossa mano e aiutarti a pulire casa, grazie alle qualità elettrostatica del nylon, il materiale delle calze appunto.

Quello che volete eliminare non è la polvere bensì lo smalto dalle unghie, ma avete finito il cotone? Nessun problema, con il collant imbevuto di un po’ di acetone, il vostro smalto sarà solo un lontano ricordo. Provate e poi mi direte!

Nella terza e ultima tappa di questo affascinante viaggio all’interno del riuso e riciclo sostenibile dei collant usati, altri utili consigli su come riutilizzare questo capo di abbigliamento. Stay tuned!