(Shuttersock.com)

Apparecchiare la tavola

Un dilemma molto frequente quando nel periodo delle festività si invitano ospiti o, semplicemente, si desidera apparecchiare in modo meno approssimativo è quello di come collocare posate, piatti e bicchieri. Non ultimo la disposizione dei commensali per evitare gaffe e qui pro quo del momento. Ecco allora alcune succinte e affidabili indicazioni che possono risultare utili quando si vuole onorare la tavola e il piacere di stare insieme.

Posate, bicchieri e piatti

La disposizione di piatti bicchieri e piatti va sistemata su una tovaglia di stoffa (per far scena è preferibile in tessuto). Per occasioni speciali quali ricorrenze e festività o un ritrovo più impegnato è preferibile di gran lunga usare i tovaglioli in stoffa che, se di forma quadrata, possono essere piegati a ventaglio, a triangolo o a rettangolo e posizionati sul piatto piano in bella evidenza.
Anche le posate, se non in argento, sono da consigliare quelle in metallo. A destra del piatto, all’esterno, va collocato il cucchiaio. Accanto, a sinistra del cucchiaio e a fianco del piatto, va posizionato il coltello. Con la lama rivolta verso il piatto.
A sinistra del piatto si colloca la forchetta mentre in alto in senso orizzontale rispetto al piatto ci saranno le posate per il dolce.
I bicchieri si allineano a partire dalla punta del coltello. Si parte da quello del vino, più piccolo, per arrivare a quello dell’acqua, più grande.

Tutti a tavola

Per quanto riguarda la disposizione degli ospiti a tavola i posti andranno decisi prima onde evitare imbarazzi. I padroni di casa siedono uno di fronte all’altro mentre gli invitati seguono ai lati. Generalmente l’ospite di riguardo o più anziano siede accanto alla padrona di casa.
Galateo a parte è bene ricordare che nel servire i piatti di portata si porgono a sinistra della persona.
La tavola imbandita può essere ornata con centrotavola, vasi di fiori e segnaposto creati per l’occasione.